Zarate in curva della Lazio 'beccato' mentre faceva il saluto romano

Come fosse una novità

Domenica scorsa, non potendo giocare, l'attaccante argentino è andato nella curva biancoceleste per seguire la partita con gli ultrà ed e' stato fotografato mentre allungava il braccio nel tipico saluto fascista. Le immagini stanno ora facendo il giro di molti siti internet e hanno provocato la protesta dei giovani ebrei italiani.

'Il gesto di Zarate e' intollerabile, il saluto romano rievoca periodi storici tragici culminati come tutti ben sappiamo. Sarebbe auspicabile che il giocatore ora porgesse le sue scuse.' Lo afferma Giuseppe Piperno, presidente dell'Unione Giovani Ebrei d'Italia, in una nota rilasciata alla stampa in seguito a quanto accaduto domenica scorsa, allo stadio Olimpico di Roma, in Curva Nord, durante la partita Lazio-Bari. Non potendo giocare, l'attaccante argentino Mauro Zarate e' andato nella curva biancoceleste per seguire la partita con gli ultrà ed e' stato fotografato mentre allungava il braccio nel tipico saluto fascista. Le immagini stanno ora facendo il giro di molti siti internet e hanno provocato la protesta dei giovani ebrei italiani. 
'L'episodio - osserva Giuseppe Piperno - assume una gravita' maggiore proprio per l'effetto che puo' avere sui bambini che vedono Zarate come un idolo da seguire. Dispiace molto che cio' avvenga nella Lazio, societa' da sempre impegnata a combattere ogni forma di antisemitismo e di razzismo, ora pero' crediamo che sia compito delle autorita' sportive valutare il caso e prendere i necessari provvedimenti'.

Fonte: 

QSnet

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160