Zanetti: «Tra Inter e Juve c'è voglia di fare pace»

in

MILANO - "Credo che ci sia la volontà di fare pace. Il nostro presidente è una persona perbene, se andrà a questo tavolo della pace vuol dire che i presupposti ci sono". Lo ha detto il capitano dell'Inter Javier Zanetti a margine di un evento nel negozio ufficiale della società nerazzurra in centro a Milano.


MERCATO? SOCIETÀ HA SEMPRE RINFORZATO SQUADRA - Per il capitano dell'Inter Javier Zanetti è probabile che durante il mercato di gennaio la società nerazzurra proverà a rinforzarsi. "La società lo ha fatto sempre e lo continuerà a fare - ha detto a margine di un incontro con i tifosi nel negozio ufficiale interista in centro a Milano - Il nostro presidente ha fatto sforzi enormi per rendere questa squadra sempre più competitiva. Credo che i successi che abbiamo avuto lo dimostrino". "Dobbiamo recuperare - ha proseguito Zanetti - quelli che stanno fuori, perchè sono importanti. Nel frattempo i giovani stanno dimostrando il loro valore. Poi vedremo cosa riusciremo a fare".



TEVEZ AL MILAN? VEDREMO
- E se Tevez andasse al Milan? "Se il Milan prendesse Tevez arrivebbe un grande campione, noi però guardiamo in casa nostra e cercheremo di risolvere i nostri problemi nel migliore dei modi. Non parlo con Tevez dalla coppa America, sarà una sua scelta". Ma questa Inter è ancora da scudetto? "Lasciamo parlare la critica, concentriamoci partita dopo partita, poi faremo i conti. Mancano tanti incontri, tutto può succede, sappiamo che è difficile ma ci dobbiamo provare".


SULLA JUVE
- Nel frattempo la Juventus "merita di essere prima in classifica - ha detto il giocatore interista - sta facendo molto bene, ha dimostrato di essere la più continua. Il Milan ha fatto un filotto di partite importante, il Napoli forse paga la Champions in qualche partita. Noi dobbiamo cercare di recuperare terreno, poi vedremo dove arriverà questa Inter. Spero che ritorneremo protagonisti il prima possibile". Contro l'Udinese "servirà una grande partita - ha spiegato Zanetti - sono in forma, giocano da anni insieme, hanno un allenatore molto intelligente. Ci metteranno in difficoltà". Due parole, infine, su Castaignos: "Credo che Castaignos sia molto promettente, ci darà una mano da qui in avanti. E spero che quella contro il Siena sia stata la partita della svolta".


Fonte: 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160