Zaccheroni: Mi rode perché la classifica non è giusta

in

TORINO, 9 maggio - La disamina di Zaccheroni del ko col Parma, pessimo saluto della Juve ai suoi tifosi, è lapidaria: «Siamo stati in partita fino a quando non c'è stata la sospensione. È ripartito il match, è ripartito il Parma ma non siamo ripartiti noi», ha dichiarato il tecnico a Sky Sport 24. L'episodio a cui si riferisce è quello del lancio di due fumogeni e numerosi petardi verso i tifosi del Parma che hanno reagito, si è sfiorato il contatto tra le tifoserie, sono intervenuti i due capitani per placare gli animi.


ANALISI - La classifica non è giusta per i valori della Juve, secondo Zaccheroni: «La squadra ora fisicamente sta meglio, perché sono 3-4 settimane che si allena. Difficile tenere alte le motivazioni di una squadra che era partita per il primo posto o comunque per la Champions. Mi rode però, anche perché confermo che il potenziale non è quello espresso dalla classifica. In azzurro i bianconeri dovranno lottare per il Mondiale e quindi faranno bene, anche perché fisicamente stanno molto meglio. Melo? Io credo che Felipe Melo deve inserirsi anche in avanti e agire di base come interditore, non come mediano davanti alla difesa».


CHIELLINI - Piena di rabbia per la sconfitta la dichiarazione del difensore a Juve Channel: «Ci è mancata la forza di reagire? E' una cosa grave, perché le squadre che vogliono vincere qualcosa devono saper reagire. Un gol preso non deve buttarti giù ma, anzi, deve avere l'effetto contrario. Quest'anno è da buttare anche questo».
 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160