Vergognoso atteggiamento di Tavecchio anche davanti alla morte di un dirigente sportivo.

Tutti indignati.

Indignazione generale per la sentenza choc che ha colpito la società di calcio di Borgo a Buggiano. Il club è stato condannato per non aver voluto proseguire l’incontro di calcio di ieri contro il Fossombrone dopo la morte in tribuna del dirigente Roberto Luporini, colto da infarto intorno al 23’ della ripresa. Alla squadra sono stati dati partita persa a tavolino, un punto di penalizzazione e mille euro di multa.

Una decisione inaudita - commenta il presidente Massimo Cardelli - che si basa su un regolamento anacronistico che non tiene conto della dignità delle persone». «Se il regolamento è questo allora bisogna cambiare le regole — aggiunge il vicepresidente Antonio Paganelli —. Ma in casi del genere non c’è norma che tenga. Questa decisione è scandalosa». «Faremo ricorso — riprende Cardelli —. Ma la nostra è una battaglia di principio, non certo una lotta di interessi. Vogliamo che passi il messaggio che queste norme sono sbagliate e anti-sportive. Si parla tanto di fair-play e poi si rimane indifferenti davanti a tragedie del genere. Com’è possibile non ribellarsi a un principio sbagliato?». «E’ una sconfitta per il mondo del calcio e non solo».

Vergognoso il commento del rag. Tavecchio presidente Lnd, nonchè vicepresidente della Figc, e per carità anche commissario serie D che davanti alla morte di un uomo si limita a dire che «la sentenza non è definitiva... Il club faccia ricorso, Io ne parlerò con il presidente della Federcalcio» (il solito messaggio degli interventi per conoscenza, della casta) che senza pudore liquida la questione con <<Le sentenze dobbiamo solo applicarle, non commentarle>>

La Lnd vive grazie ai dirigenti delle società di calcio e dovrebbe difenderne il ruolo al di là di qualsiasi norma. Continuiamo a non amare chi sputa nel piatto in cui mangia, figurarsi chi lo fa sulla morte altrui. Ci auguriamo che il sig. Tavecchio faccia ammenda ed abbia il buon gusto di recarsi ai funerali, e di presentare le condoglianze alla famiglia ed alla società a nome del governo Lnd e del calcio.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160