Ventura: «Giovinco a Bari? Vuole restare alla Juve»

in

BARI, 7 luglio - Il Bari ha ufficializzato l'ingaggio del nuovo direttore generale: è Claudio Garzelli, sessantunenne ex dirigente del Livorno, che ha siglato un contratto biennale. «Sono qui - ha commentato il dirigente - per coordinare e armonizzare le varie attività della società e per sviluppare aree finora meno sfruttate». Garzelli è stato presentato oggi allo stadio San Nicola dal presidente Vincenzo Matarrese.


VENTURA - Del mercato del Bari ha parlato Giampiero Ventura. Giovinco sarebbe l'ideale, ma l'operazione non è semplice: «Come ho già avuto modo di dire - dice il tecnico biancorosso - il centrocampista sarebbe adatto al nostro gioco ma al contempo dico che Bari sarebbe la piazza giusta per il giocatore. Bisognerebbe capire quanta voglia abbia lui di mettersi nuovamente in discussione. Mi piacerebbe fare un colloquio direttamente con lui per spiegargli quali sono le nostre ambizioni, i nostri progetti e poi è ovvio che la decisione sarebbe sua. Se lui, ha voglia di restare alla Juventus... il discorso è chiuso». 



MERCATO - Il Bari si ritroverà sabato 10 luglio allo stadio San Nicola e partirà per il ritiro giovedì 15. «Al momento - ha aggiunto Ventura - dando per scontato che Romero arrivi e ancor più per scontato Barreto, Ghezzal, Almiron e Pulzetti direi che possiamo dirci soddisfatti per quanto rigurda attacco e centrocampo. Arriverà qualcun'altro, ho sentito parlare di D'Alessandro e poi dovrò parlare con Ghezzal per capire se può darmi più in attacco o sulla fascia in base a questo servirà o un attaccanto o un esterno ma poi siamo ok. Discorso diverso per quel che riguarda la difesa: ci servono 3-4 giocatori ora vedremo. Ripeto concetti già espressi, non mi spaventa dover prendere giocatori giovani sui quali lavorare e puntare, né tanto meno mi spaventa prendere giocatori che non hanno mai giocato in serie A. Noi dobbiamo avere come obiettivo quello di mantenere la categoria e di riuscire anche a muovere l'economia esattamente come abbiamo fatto quest'anno».



MONDIALI - Il tecnico ha poi espresso anche la sua impressione sul mondiale ancora in corsa in Sud Africa: «Vedendo le partite mi sono convinto che io ed il mio Bari stiamo lavorando sulla strada giusta. L'organizzazione alla fine paga. Prendete la Germania è la dimostrazione che l'organizzazione a volte può sopperire e superare il valore tecnico dei singoli giocatori».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160