Ventura: «Con la Samp non sarà decisiva»

in

TORINO - "Sarà una partita importante, ma sicuramente non decisiva": Giampiero Ventura presenta così il big match di domani del Torino atteso a Genova dalla Sampdoria. È il primo vero incrocio fra due squadre che non fanno mistero di voler tornare in serie A e che per questo sono state costruite e stanno lavorando. Per entrambe, la partita non sarà decisiva ai fini della classifica, ma sarà un test importante. Per il Toro, possono arrivare conferme importanti, dopo la partita con il Brescia, incontrato la scorsa settimana (che al via del campionato non era una delle candidate alla promozione diretta) e dopo l'importante vittoria contro la Nocerina, che ha dato entusiasmo all'ambiente.


L'ATTESA - "È stata una gara molto gratificante - spiega il tecnico del Toro - c'erano tutti gli ingredienti di una squadra che sta nascendo. Ora ci confronteremo contro la formazione forse più forte del campionato: andiamo a vedere che punto siamo della strada che abbiamo iniziato a percorrere". I granata guidano la graduatoria con due punti sulla Samp; Ventura vuole ulteriori risposte da un Toro che fin qui ha convinto, nel gioco ma soprattutto nei risultati. "Sarà importante verificare l'approccio alla partita - spiega - Ora bisogna lavorare per continuare a migliorare, siamo agli inizi e non possiamo pensare di aver già raggiunto il top". L'allenatore dovrà rinunciare a Verdi e Oduamadi ("non partiranno per Genova") e attende di capire lo schieramento dei blucerchiati per mettere a punto quello del Toro. "L'obiettivo è quello di far ruotare tutti i giocatori dato che avremo tre partite in sei giorni - sostiene Ventura - Bianchi giocherà e mi aspetto che disputi una grande partita. Per vincere a Genova però non basta la grande prestazione di un singolo, ma quella dell'intero gruppo".


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160