Tavecchio ed il mistero della lettera nascosta.

Una lettera di Macalli?

Torniamo a parlare delle crepe della nuova sede di piazzale Flaminio e del malumore di molti collaboratori e dipendenti che raccontano a voce bassa di come l'aria sia diventata pesante da qualche mese a questa parte. Oggi una/un dipendente racconta di un Presidente collerico, rosso in viso, che getta persino dei fogli per aria (che raccoglie il dipendente di turno)... La stessa persona ci ha raccontato che il presidente Tavecchio dice di possedere una lettera di Macalli nel quale il Presidente della Lega Pro dichiara di non essere mai stato in quella che adesso è la nuova sede LND, prima che la Lnd contrattualizzasse. A noi non risulta, e nel web si legge altro. Ma se è così, se la lettera esiste ed è vera, siamo preoccupati per la  capacità d'analisi e di decisione del presidente Tavecchio. Se la lettera esiste ed è vera, perchè non rendere la cosa pubblica? Perchè non fare un comunicato stampa e smentire? La scelta di non smentire è sua o del Consiglio?

Perchè tanto nervosimo, dovrebbe gioire dei suoi successi, della sua posizione. E' stato appena rieletto, è potente, rischia anche di diventare alto e bello agli occhi di qualche signorina, perchè allora tanta rabbia? Occupa un posto che non è il suo? Sta facendo troppo per le sue capacità? Se così fosse basterebbe prendersi un periodo di riposo, fare un passo indietro, Arrigo Sacchi l'ha insegnato a tutti, niente di male. .... Anche se Arrigo Sacchi parlava di calcio e vivere, di passione pura, non di potere e poltrona.

Fonte: 

redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160