Tavecchio e l'abilità del ragioniere

La sua dichiarazione sulla bufera arbitrale.

Il ragionier Tavecchio che si rifiuta di chiarire in modo definitivo e certo riguardo alle numerose condanne inflittegli dai Tribunali Italiani, e che sembra ignorare senza vergogna i principi di legalità, trasparenza ed etica che devono costituire precondizione per potere accedere alla organizzazione calcistica nel rispetto delle norme sulla onorabilità, sposta le carte in tavola e giudica su Collina e Bergamo.

Non entriamo nella bufera arbitrale, perchè ci rifiutiamo di spostare l'attenzione finchè la questione Tavecchio non è risolta. Il ragioniere sa far bene i conti ed ecco cosa dichiara: "...bisogna fare delle verifiche e dare la possilità di rispondere a chi è attaccato. Certo è che Collina e Bergamo dovrebbero dare delle spiegazioni.".... come le dò io.

Ci manca solo che suggerisca agli arbitri di non scegliere il commercialista che vogliono, ma di ricorrere al Centro Servizi.....  Mai limite alle due misure.

 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160