La Sensi: «Con Mexes trattiamo per il rinnovo»

in

ROMA, 29 dicembre - Baptista si allena e saluta i compagni mentre ci pensa la Sensi a bloccare le voci su Mexes: «Stiamo parlando per il rinnovo», ha detto ai microfoni di Roma Channel in occasione degli auguri di fine anno. Il brasiliano, come gli altri suoi connazionali a parte Adriano e i fratelli Burdisso, è rientrato oggi a Trigoria dalle vacanze di Natale ma sarà davvero una toccata e fuga perchè all'apertura del mercato andrà al Malaga per circa tre milioni di euro. Un'operazione che permette alla Roma di togliersi un peso piuttosto grande dal monte ingaggi, Baptista guadagna circa 4,5 milioni di euro lordi all'anno.


MEXES - La Sensi oggi poi ha voluto mettere alcuni paletti poi su questioni importanti soprattutto per altre ipotizzate uscite di livello. Come quella di Mexes che è a rischio scadenza di contratto, visto che a giugno si libererà a parametro zero. Il francese dà la priorità alla Roma, la Roma lo sa tanto che la Sensi ha annunciato: «Stiamo trattando per il rinnovo». Tutto sembra rientrato quindi, anche la possibilità che il difensore finisca al Milan. «Galliani è un amico ma non abbiamo mai parlato di Mexes, è un giocatore a cui tengo molto. Stiamo parlando per arrivare al rinnovo, non ho detto che abbiamo rinnovato, ma continuiamo a parlare. Sono stanca di leggere falsità sulla Roma». Chiuse le porte ad una possibile cessione del francese la Sensi ribadisce poi un concetto già espresso su Pizarro: «È un giocatore della Roma e rimane tale». E il cileno, come Adriano, ha ritardato il suo rientro a Roma rispetto ai compagni. Ha chiesto qualche giorno in più per potersi curare, a casa. E se Adriano si sa che rientrerà il 31, per Pizarro ancora non è stato stabilito di comune accordo il giorno del ritorno.


ADRIANO - Su Adriano la Sensi ha ribadito: «Non c'è nessun diversità di vedute con Unicredit: stiamo lavorando assieme nell'interesse della Roma e dei tifosi». Ha giocato contro il Milan perchè lo ha chiesto la società? «Non interferisco mai con le scelte del mister. Avendo una rosa ampia, Ranieri ha l'imbarazzo della scelta e i giocatori devono accettare le scelte ma le polemiche le leggo solo sui giornali, i giocatori accettano tranquillamente le scelte». Totti è spesso al centro di polemiche: «Segna un gol o fa qualcosa di eccezionale e diventa improvvisamente un eroe anche per chi lo critica. Bisogna lasciarlo tranquillo». 



SFOLTIRE LA ROSA - Per quanto riguarda le partenze come già detto non ci saranno cessioni eccellenti in questo mercato. Tolto Baptista la possibilità che parta Cicinho per ora non c'è, perchè non ci sono offerte, ma se dovessero arrivare qualcosa potrebbe cambiare. Poi c'è la vicenda portieri. Julio Sergio rimane il titolare, Doni il possibile partente. Per ora, perchè in realtà il primo ha più mercato dell'altro. E quindi la soluzione è sempre la stessa, con un offerta interessante le gerarchie potrebbero cambiare. Tutto questo tenendo conto poi del fatto che la società vuole sistemare tutti quei giocatori in esubero che, come ha detto Ranieri, «meritano di giocare». E questi sono Loria, Antunes, Rosi. Il primo potrebbe andare in Emilia, interessa infatti a Bologna e Modena. Poi c'è la possibilità Bologna anche per Rosi. Anche se il suo procuratore, Davide Lippi ha chiarito che non vorrebbe farlo partire a gennaio. Antunes invece dovrebbe andare al Leira, club portoghese. In entrata rimane in piedi l'ipotesi Berhami, ma in sostanza se c'è la possibilità di un prestito fino a giugno.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160