Scudetto, undici finali: il Napoli ci crede ancora

in

CASTELVOLTURNO, 3 marzo - Creder­ci. E poi obbedire e combatte­re: in quelle undici finali - sei al san Paolo, cinque in trasferte ­che conducono in Paradiso. Si scrive Napoli, si legge scudetto, però senza dirlo: perché la scara­manzia è sacra (?), e tra le pieghe dei pensieri sparsi ci si può solo infila­re attraverso le interpretazioni. Milan-Napoli è un dettaglio inin­fluente di una stagione esem­plare, il passo falso infilato nel­la buca del Meazza: ma ciò che resta di san Siro, d’una notte atipica, è la rabbia dello spo­gliatoio rappresentata da Dos­sena e riecheggiata nella Ca­stelvolturno che finge disinte­resse ma che invece, sotto sot­to, s’ingegna.


Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport - Stadio oggi in edicola

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160