Sandonà vince contro il Treviso

Seconda vittoria stagionale

TREVISO - Meritata vittoria per gli uomini di mister Maurizio Rossi che dominano per la prima mezz'ora. Il Treviso reagisce al primo gol con cinque minuti di forcing ai quali tuttavia non corrisponde nessun reale pericolo. Nella seconda frazione la partita è più equilibrata, con gli ospiti che accorciano le distanze grazie ad un rigore dubbio. Il Sandonà guadagna così 3 punti – seconda vittoria stagionale - in una partita sentita, con un'infuocata cornice di pubblico che da tempo non si vedeva allo "Zanutto". Il Treviso incassa, dimostrando che i tanti timori reverenziali di inizio stagione erano, se non in toto almeno in parte, infondati: una squadra sulla quale c'è ancora del lavoro da fare, a cui quel nome carico di storia, anche recente, sembra un po' pesare.

La partita. Un terreno non ottimale, appesantito dalle recenti pioggie e con qualche avvallamento, è spesso da ostacolo alla precisione di gioco. Al 6' Stancanelli raccoglie dagli sviluppi di un corner e calcia a lato di poco. E' solo il preludio alla rete dello stesso difensore ex Pordenone e Bassano: 12', il numero 3 riceve sulla sinistra e scende lungo la fascia, quand'è al limite si accentra portandosi la palla sul destro con il quale calcia non in maniera potente ma molto precisa, angolando sul primo palo dove Borghetto non può arrivare. La curva sandonatese esplode....
Lo schieramento ad una sola punta che mister Rumignani ha scelto va ora rivisto, così arriva la prima sostituzione: fuori un difensore, Leonarduzzi, e dentro un'attaccante, Sagna. Gli ospiti cominciano a spingere, ed al 22' Favaro coglie l'esterno della rete con una conclusione dal limite, dando a molti l'impressione del gol. Lo stesso Favaro impegna in una presa in due tempi Cimino, calciando sopra la barriera una punizione dalla distanza al minuto 25. Un minuto più tardi, sempre da calcio da fermo, e sempre lo stesso Favaro, calcia verso il centro una punizione dal limite dell'area destro, ma D'Este anticipa tutti mettendo in corner di testa. Al 33' da registrare per il Sandonà un tiro di Borin dai 25 metri finito alto. Al 35' buona occasione per il Treviso: Ruggiero scende lungo il lato sinistro, serve al centro con un rasoterra Sagna, il quale, spalle alla porta, sceglie l'appoggio per l'ex Bianco appostato fuori area, che conlude trovando sulla sua strada la schiena di Andrea Biondo. Al 40' è Sagna a chiamare Cimino all'intervento con una bella girata all'altezza del dischetto. E quando il primo tempo si sta avviando al termine, il raddoppio: Boscolo calcia bene dal limite impegnando seriamente Borghetto, l'estremo difensore risponde distendendosi e deviando in corner. Dagli sviluppi dello stesso, l'estremo difensore commette qualche errore di calcolo nell'uscita arrivando solo a deviare la palla, si accende una mischia, e Pavan è il più bravo a saltare correggendo di testa in rete un rimpallo. 2 a 0.

La ripresa. Il Sandonà non ha fretta, mentre il Treviso si trova a dover prendere in mano il pallino del gioco per ribaltare il match, cosa che tuttavia non gli riesce completamente.
All'11' il solito Favaro ridesta Cimino dal torpore dell'itervallo con una punizione facilmente disinnescata dall'uno di casa. Al 17' l'azione del rigore: ancora l'11 trevisano galoppa lungo la fascia sinistra e serve con un cross al centro Sagna che, ostacolato da D'Este, non arriva sul pallone. L'arbitro vede una trattenuta del difensore sandonatese che punisce con un cartellino giallo ed il calcio di rigore. Lo stesso Favaro si incarica della battuta e con il sinistro calcia alla destra di Cimino, il quale intuisce, tocca, ma non tanto da salvare il risultato.
Al 19' Borghetto dimostra a tutti che nonostante l'età i riflessi sono ancora eccellenti: scambio al limite dell'area, Cibin va in percussione centrale, e contrastato da un difensore riesce a calciare quasi dal limite dell'area piccola, ma “San Marco” respinge con la mano di richiamo salvandosi in corner. Al 28' il Treviso ci riprova: Favaro mette in mezzo una punizione-cross sulla quale Agnoletto si tuffa di testa sfiorando la traversa. A questo punto Rumignani prova il tutto per tutto inserendo Silotto e schierando la squadra con una sorta di 3-4-3, con Derras leggermente arretrato. Al 31' azione del Sandonà con l'ottimo De Vito che si fa tutta la fascia e mette al centro, nessuno ci arriva sul primo palo, e sul secondo Faggian anticipa l'accorrente Cibin. L'ultima azione è del Treviso, alla disperata ricerca del pareggio: cross dell'ex jesolano Luca Conean, Silotto riesce a colpire al volo ma sfiora solamente l'incrocio dei pali.

Si conclude così un match atteso da molti, non tanto per la classifica quanto per la rivalità storica tra le due squadre e le due tifoserie, beccatesi durante l'incontro con dei cori ma senza far registrare scontri. I padroni di casa hanno dimostrato di avere, oggi, qualcosa in più, ed in generale, il potenziale per restare aggrappati alla parte alta della classifica, cominciando magari ad infilare qualche vittoria dopo i tanti pareggi. Ancora imbattuti allo "Zanutto".
Per la terza volta dall'inizio del campionato il Treviso torna a casa senza punti. Materiale sul quale lavorare ce n'è, soprattutto in attacco dove Sagna, e Derras in appoggio, sono sembrati un po' leggeri, incapaci di fare reparto.

A.C. SANDONA' 1922 –  A.S.D. TREVISO 2009     2-1

MARCATORI: 12'pt Stancanelli, 47'pt Pavan, 17'st Favaro

SANDONA': Cimino; Stancanelli, D'Este, Pavan, De Vito; Boscolo (26'st Zuccolilli), Cibin, Borin, Biondo (43'st Pescara); Cescon (37'st Porto), Ballarin. Allenatore: M. Rossi. A disposizione: Trevisiol, Callegher, Cancian, Bresciani.
TREVISO: Borghetto; Faggian, Balzan, Romano, Leonarduzzi (21'pt Sagna); Ruggiero (27'st Silotto), Agnoletto, Svraka, Bianco, Favaro; Derras (37'st Conean). Allenatore: G. Rumignani. A disposizione: Pezzato, Borsato, Beghetto, Lucich.
ARBITRO: Amabile di Vicenza, assistenti: Zanetti di Portogruaro e Lazzarin di Chioggia.
NOTE. Ammoniti: Leonarduzzi, Borin, Borghetto, D'Este, Romano, Cimino. Espulsi: Balzan. Angoli: 6 a 5 per il Sandonà. Recupero: 2'pt e 4'st. Spettatori: 571.
 

Fonte: 

A.R.Tonon

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160