Rieti, Palombi choc: "Potrei vendere il club"

Serie D

"Credo che sette stagioni siano più che sufficienti: ho intenzione di lasciare". La rivelazione è del presidente del Rieti, Stefano Palombi, rimasto evidentemente turbato da una situazione di classifica pericolante (la squadra è in piena zona play out) e, forse, dalle contestazioni del pubblico in occasione dell'ultima gara pareggiata in casa col Castelsardo. "Avevo già esternato questa mia volontà l'anno scorso a tutti i miei collaboratori - continua il patron -. Poi non si è fatto avanti nessuno per rilevare la società e abbiamo intrapreso un’altra stagione. Ma l'intenzione resta la stessa. Le contestazioni? Loro secondo me non dovrebbero strillare “Palombi vattene”, bensì dovrebbero gridare a qualcuno di arrivare. La squadra non va bene e questo è sotto gli occhi di tutti. Sono deluso, amareggiato e scoraggiato visto che continuo a perdere tempo e soldi. E poi sono stato lasciato completamente da solo, istituzioni comprese. Se non arriva nessuno? Potrei anche spostare il club in un'altra sede (sul modello basket, trasferitosi a Napoli, ndr)". Intanto lo stadio cittadino, il “Manlio Scopigno", ha incassato un'ulteriore proroga di tre mesi, dopo un vertice tra la Polizia Municipale e la Commissione di vigilanza del Comune. Scongiurata, dunque, l'eventualità per la squadra di disputare le gare interne a porte chiuse.

Fonte: 

S.S.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160