Reja: Ledesma in scadenza non lo terrei alla Lazio

in

ROMA, 31 luglio -
«Un paio di soluzioni dobbiamo centrarle. Abbiamo necessità di aumentare il tasso tecnico e qualitativo di questa squadra. C'è necessità di due interventi mirati, con caratteristiche specifiche. La nostra volontà è quella di migliorare l'attuale organico». Il tecnico della Lazio, Edy Reja, non nasconde di aspettarsi gli ultimi due colpi di mercato (Hernanes a centrocampo e una punta ndr) dal presidente Lotito, anche se si dice soddisfatto di quanto è stato fatto fin qui. «La partenza è stata positiva - spiega il tecnico - . Il gruppo ha sempre lavorato con determinazione e spirito di sacrificio. Per quanto riguarda le amichevoli abbiamo anche pagato il fatto di non avere ricambi per i molti infortuni, ma lo scopo era quello di arrivare in buone condizioni al novantesimo minuto. Siamo partiti presto, con lo scopo di arrivare al 28 agosto già in una buona condizione, la mattina abbiamo lavorato molto sulla fase atletica, tanto che ora siamo molto imballati. Alla ripresa molleremo un pò, in maniera di essere già in ottima condizione all'inizio del campionato, anche perchè la Sampdoria sarà ben preparata. Dobbiamo partire con il piede giusto, queste sono piazze che non ti aspettano».


GARRIDO - Intanto, però, è finalmente arrivato l'erede sulla corsia mancina di Kolarov. «Garrido è un giocatore molto dotato dal punto di vista tecnico. Ha cambio di passo e sa giocare la palla in fase offensiva - ha ammesso Reja - Ho visto delle partite e delle cassette dove ha fatto molto bene, anche se con i tre dietro, è più predisposto all'azione offensiva. Al Manchester giocava come quarto di difesa, quindi si preoccupava molto di rientrare».


ZAURI - Ma a far comodo a Reja, in quella zona di campo c'è anche Zauri: «Lui è un giocatore della Lazio, ha un contratto di altri tre anni e rientra nei nostri programmi. Ma questo si sapeva già dall'inizio». Più qualità e meno quantità, è questo il diktat di Reja: In un'ipotetica griglia di partenza, Reja vede la sua Lazio nelle prime otto: «La Lazio deve stazionare dall'ottavo posto in avanti. Poi in relazione agli anni può andare più o meno bene. L'altro giorno quando ho parlato di qualificazione in Champions League è venuto fuori un concetto un pò forzato, ma il concetto è che in ogni campionato possono sempre esserci delle sorprese».


LEDESMA - Resta invece da risolvere il nodo del rinnovo di Ledesma. «Adesso che torniamo a Roma bisogna risolvere le cose - ha concluso Reja - Non si può protrarre troppo a lungo questa situazione. Se non si dovesse risolvere questo aspetto dovremmo trovare un altro calciatore dalle stesse caratteristiche. Non so se lo terrei in scadenza di contratto, poi c'è il rischio che a gennaio cerchi altre soluzioni. Credo che la società gli abbia già dimostrato stima e riconoscenza, offrendogli 5 anni di contratto, ora mi auguro che si possa trovare un'intesa. Bisogna decidere, o da una parte o dall'altra, la situazione va risolta. Ripeto, a me situazioni come quelle dell'anno scorso non mi stanno bene, anche se magari si può anche giocare, ma non è conveniente».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160