Reja: «Juve fortunata. Ora battiamo il Vaslui»

in

ROMA - A due giorni dalla sconfitta con la Juventus, il tecnico della Lazio Edy Reja torna a parlare dell'incontro di sabato auspicando un pronto riscatto dei suoi già giovedì in Europa League. "C'è rammarico non tanto per la prestazione, quanto per il risultato - ha spiegato l'allenatore -. Non meritavamo di perdere e non usciamo ridimensionati. A lunghi tratti abbiamo giocato meglio della Juve, imponendo il nostro gioco. Loro sono stati bravi perchè con un contropiede ci hanno fregato, ma è anche vero che sono stati fortunati. Ormai è uscito questo risultato e non possiamo farci niente, dobbiamo solo sistemare quelle poche cose che abbiamo sbagliato". Reja poi nega qualsiasi "caso Cisse": "Il suo malumore è assolutamente una montatura. È un giocatore da recuperare sul piano morale, abbiamo bisogno di lui, mi auguro che non si faccia condizionare".



DA BARZAGLI AL VASLUI - Preferisce non parlare, invece, del mancato rigore non assegnato alla Lazio per il fallo di mano in area di Barzagli. "Inutile ritornaci sopra. Si è visto chiaramente e se l'arbitro avesse concesso il rigore doveva esserci anche espulsione di Barzagli e questo sarebbe diventato sicuramente molto penalizzante per la Juve". La testa è già tutta alla trasferta di Vaslui e al passaggio del turno nella competizione europea. "È una gara che sicuramente dobbiamo vincere, pertanto già da oggi comincerò a parlare con i ragazzi per chiudere questa parentesi nonostante la delusione e fare una gara al 100% delle nostre possibilità. Il Vaslui è una squadra che in casa si fa rispettare, la Lazio ha le qualità per fare una grande prestazione perchè noi vorremo anche continuare l'esperienza europea e questa è la partita adatta per dimostrare il nostro valore" ha concluso Reja.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160