Ranieri: «Se continua così ci danno 25 rigori contro»

in

MILANO - Ranieri, in vista di Inter-Juventus di domani, cosa prova?


Sono tre punti importanti e non provo nient'altro. Non è perché di fronte avrò una mia ex squadra che proverò qualcosa di diverso. La Juve è una grande squadra e l'affronteremo con la concentrazione necessaria.



Cos'è l'Inter vista da Ranieri allenatore della Juve?


E' l'avversaria più sentita, anche più del Torino nel derby.


A Roma prima di una finale di Coppa Italia ha fatto vedere il Gladiatore, all'Inter in vista di domani che film farebbe vedere?


I miei giocatori sono già abituati a certi impegni e sono carichi. Non facciamo vedere nessun film.


Come sta Sneijder?


Sta bene anche se ha lavorato dentro, in palestra.


Moratti ha parlato di casualità per i 5 rigori consecutivi. Lei è preoccupato?


No sono positivo perché di questa media a fine stagione sarebbero 25 e per questo, gioco forza, il trend dovrà cambiare. Negli ultimi anni solo il Parma e la Roma hanno subito gli stessi rigori in 8 partite. Sicuramente gli arbitri staranno più attenti.



Lei ha allenato le ultime 3 grandi bandiere del calcio italiano, Totti, Del Piero e Zanetti. Che differenze ci sono tra lo juventino e l'interista?


Sono due grandi professionisti, amano il loro lavoro e vogliono stare al massimo per il bene della squadra. Difetti? Non ne ho visti né nell'uno né nell'altro.


Alla luce della partita di Bergamo, quando siete passati a 4 a centrocampo, e visto che la Juventus in mezzo è molto forte, è la mediana il reparto da curare con particolare attenzione?


Prenderemo in esame tutte le possibilità tattiche e se ci sarà da giocare con 4 in linea, lo faremo.


Inter-Juve per voi è una partita da ultima spiaggia?


Anche in caso di sconfitta, dopo questo incontro ci sarebbero altri 84 punti e il Milan lo scorso anno ha vinto lo scudetto con 82... Di fronte ci sono due squadre forti: una che vuole tornare grande e si può allenare tutta la settimana, l'altra che è grande, ma che è partita ad handicap. Per me comunque non è la partita della vita.


La classifica è bugiarda per l'Inter?


Se non ci fossero state difficoltà non sarei stato qua. I tifosi stiano sereni perchè la squadra sta lavorando tanto e prima o poi dovrà girare. Non sono convinto di vincere il campionato, ma sono convinto che lotteremo per vincerlo. Vedo un'Inter in notevole crescita e ci sono ragazzi non sono al 100%. Ci sono tanti segnali che devo interpretare positivamente: un esempio è il rigore che Castellazzi ha parato. Senza quest'intervento avremmo perso. Il vento sta cambiato.


Essere a -8 dalla Juve cambia l'atteggiamento mentale e vi costringe a vincere a tutti i costi?


Non è una partita da ultima spiaggia, ma una gara bella, il derby d'Italia. Non penseremo alla classifica e staremo tranquilli.


A mente fredda può dire di essere stato scaricato dalla Juventus?


Lo avevo già capito, anche se non è giusto parlare di essere scaricato. La verità è un'altra.


Come si parla a Milito per farlo ritornare se stesso?


Milito è un grande attaccante che, come tutte le punte, può attraversare di un momento in cui la palla non va dentro. In passato però a volte la palla gli è picchiata addosso ed è andata in rete... Si sta impegnando e presto il vento tornerà dietro le sue spalle.


Nelle ultime 3 partite l'Inter ha subito solo un gol. Soddisfatto?


I segnali sono positivi, ma affrontiamo una Juve bella, veloce ed essenziale, con Conte che sta facendo un grande lavoro.



Perché la Juventus ha il doppio dei punti dell'Inter?


L'anagrafe non c'entra, ma le motivazioni sono tante. La Juve ha potuto far bene la preparazione con tutti gli uomini a disposizione e senza viaggi da fare. Loro hanno potuto allenarsi, il mio predecessore non lo ha potuto fare. Sneijder per esempio adesso lo sto facendo allenare giocando: ora è in crescita e spero non decresca. La Juve non vince da anni e ha una voracità notevole. Noi invece vogliamo dimostrare che dopo aver mangiato le più belle cose per un campione, abbiamo ancora fame. Le motivazioni sono altissime anche dalla nostra parte. Questa squadra si sta allenando una meraviglia e presto la ruota girerà.



Sneijder e Pirlo, Pazzini e Matri: ci sono i migliori?


Da allenatore dell'Inter dico i miei, ma non è giusto perché Pirlo nonostante il Milan abbia vinto lo scudetto senza, adesso ha cambiato la Juventus, mentre Matri sta facendo grandissime cose.


Cosa ha dato Conte alla Juventus?


Sta facendo un ottimo lavoro a livello di motivazioni e di tattica. Non il 4-2-4 perché non lo sta facendo, ma ha in mano la squadra e gioca un calcio rapido ed efficiente.


E' stato diffidato dal giudice sportivo?


Vorrei proprio sapere quali sono le mie frasi irriguardose, almeno mi posso regolare per il futuro. Io ho parlato con correttezza.


Quanto è grave l'infortunio di Motta?


Motta può essere disponibile contro il Lilla e l'ho tenuto fuori per precauzione. Ha sentito un fastidio ieri e non ho voluto rischiare perché la sua storia mi dice che deve sempre essere al 100%. Non lo volevo far giocare e poi giocarmi un cambio dopo 10', anche perché mercoledì c'è una partita importante. Samuel sta bene e oggi si è allenato. Se c'erano infortunati avrebbe giocato.


Dopo la partita di Bergamo Paolillo ha chiesto l'intervento della Figc per i rigori contro l'Inter. Lei che pensa?


Abbiamo dei dirigenti bravi e parlano loro. Noi non facciamo le vittorie: vediamo che ci sono cose che ci fanno sorridere, ma dobbiamo continuare a lottare, ad allenarci e a giocare.



Saluterà volentieri in particolare qualcuno dei suoi ex giocatori?


Ho sempre avuto un buon rapporto con tutti. Sarò felice di salutarli tutti, da Vucinic ai grandi professionisti con cui ho lavorato.


Ma cosa ha detto al guardelinee per essere di nuovo diffidato?


Mi auguro che tu abbia ragione. Se è irriguardosa questa frase... E che ho detto? A Roma si dice ma mica di ho detto cotica? Non so se ridere o piangere. Vorrei leggere il referto per vedere quello che c'è scritto. Contro il Napoli l'ho detto urlando, stavolta “Mi auguro che tu abbia ragione” l'ho detto con il sorriso sulle labbra.



Forse è la panchina dell'Inter che fa aumentare il testosterone?


Magari lo facesse davvero... Saluti.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160