Ranieri: «Nel 2010 ci siamo divertiti. Ora voglio di più»

in

ROMA, 30 dicembre - «Pizarro ha diversi problemi, al ginocchio e alla schiena. So che ha contatti con la presidente Sensi, con Bruno Conti e con lo staff medico, quindi aspetto notizie da loro. Tatticamente per noi sarà importante anche nel nuovo anno». Ranieri non ha parlato con il giocatore che, a quanto filtra da Trigoria, rientrerà in Italia non prima del 10 gennaio. L'allenatore ha parlato al Roma Channel per fare gli auguri di buon anno ai tifosi e nell'occasione ha toccato l'argomento caldo del momento. È notizia di oggi che Pizarro ha comunicato che rientrerà in ritardo dal Cile dove ha deciso di rimanere per curarsi, come ha confermato il direttore sportivo del club vice-campione d'Italia, Daniele Pradè. «David ha un problema al ginocchio da qualche tempo - ha detto Pradè ai microfoni Sky -. Si sta affidando ad un medico in Cile, abbiamo grandissima fiducia nell'uomo. È un giocatore troppo importante e non è in vendita».


IL RECUPERO - Insomma la situazione di Pizarro è chiara, il giocatore ha deciso di rimanere a curarsi in Cile e lo ha comunicato alla società che ha preso atto. Proprio ieri la presidente Rosella Sensi aveva tenuto a chiarire che non esiste nessun caso Pizarro. Oggi arrivano le parole di Ranieri, che prende le distanze dal giocatore. L'allenatore della Roma ha parlato anche di altre cose, quindi anche di Adriano. «Lo aspetto, è ancora al 30-40 percento, può ancora dare tanto - ha detto Ranieri -. Ci sono giocatori che digeriscono prima il fatto di stare fuori, come Vucinic con l'Inter o Totti con il Bayern. Il mio concetto di rosa ampia si ferma a 22 qui ce ne sono 29, la società sta cercando di mandare dove possono trovare spazio i giocatori che stanno fuori».


QUESTO 2010 - Poi un bilancio dell'anno che si sta chiudendo. «In questa stagione stiamo facendo male perchè le nostre aspettative erano diverse - ha ammesso l'allenatore della Roma -. Ma nel 2010 Siamo stati la squadra più vincente nell'anno solare. Vorrei che fossimo la squadra che nell'arco di un campionato fa più punti di tutti. Quello che abbiamo fatto l'anno scorso è stato magnifico, ma non è stato sufficiente. Dobbiamo continuare ad insistere a volere di più quell'obiettivo». Migliorare, questo è il proposito del 2011. «Nel 2010 ci siamo divertiti, voglio migliorare - ha promesso Ranieri -. Cosa vuol dire? Dire che dobbiamo vincere lo scudetto è solo per i titoli. Credo sia importante fare i fatti e parlare meno, bisogno lavorare con umiltà. Vi auguro un 2011 di soddisfazioni e divertimento».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160