Pietro Maiellaro, lo Zar che stregò Bari e Firenze

in

ROMA - Per la generazione che ha attraversato gli anni '80 a cavallo della propria adolescenza, Pietro Maiellaro è stato una figurina memorabile. Un numero 10 di quelli che da soli valgono la giocata. Aveva talento da vendere, aveva anche voglia di buttarlo via. Tra le sue squadre: Palermo, Taranto, Bari ovviamente e Fiorentina. Ha chiuso nel 1997, a Campobasso, dopo diciassette anni in prima linea. Oggi compie 48 anni. E' l'allenatore della Primavera del Bari, dove è ancora un idolo.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160