Pedro fa volare il Barça. Real, Mou ritrova Kakà

in

MADRID, 2 gennaio - Pedrito fa il Messi: vince anche il Barca di scorta. Guardiola esagera con il turnover e gli azulgrana soffrono contro il Levante: finisce 2-1 con la doppietta del fenomenale canterano. I catalani restano in vetta e aspettano il posticipo di lunedì con il Real Madrid impegnato a Getafe. Torna a vincere anche il Siviglia con Kanoutè: dopo cinque sconfitte consecutive, gli andalusi riassaporano i tre punti superando 1-0 l'Osasuna: decide un gol del maliano nel primo tempo. Il Deportivo La Coruna invece vincono a Bilbao con una doppietta di Adrian. All'Athletic non basta un gol del solito Llorente. Nell'altra sfida di giornata successo esterno del Malaga che passa 2-1 a Gijon.


MOURINHO RITROVA KAKA' - Dopo ben 238 giorni dalla sua ultima apparizione in maglia 'merengue' Kakà è tornato a far parte della lista dei convocati del Real Madrid per la partita di domani contro il Getafe dell'ex bandiera 'madridista' Michel. Il brasiliano ex Milan, che nella scorsa stagione ha sofferto a lungo per la pubalgia, aveva giocato la sua ultima partita con il Real il 9 maggio scorso, poi il 5 agosto si era dovuto operare ad un menisco. «Contro il Getafe Kakà non sarà titolare - ha precisato in conferenza stampa Josè Mourinho -: per ora può darci quindici o venti minuti. È un professionista fantastico, che ha fatto un lavoro incredibile con un preparatore che gli è stato sempre vicino. Ora che torna è il momento di dargli il benvenuto». Il brasiliano, che nei mesi scorsi ha deciso di lasciare, assieme alla moglie Carolina, la setta evangelica brasiliana 'Rinascere in Cristo' di cui era fedele e finanziatore, ha commentato così, via Twitter, il suo ritorno nella lista dei convocati del Real: «Oggi sono molto felice. Dopo un lungo periodo di assenza, torno con i miei compagni in vista della partita di domani».



ATTACCO SU HIGUAIN - Mourinho anche stavolta non ha rinunciato alla propria vena polemica ed obiettivo delle sue critiche sono stati i medici che si sono presi cura del suo attaccante Higuain. Parlando dell'argentino, alla prese con un'ernia discale che lo costringerà ad operarsi tenendolo fuori per tre mesi. l'allenatore ha detto: «Non ci sono dubbi che Gonzalo dovrà operarsi - ha detto 'Mou'-. Qualche 'luminare' aveva parlato di recupero senza bisogno di intervento chirurgico. Ora ha cambiato parere ed ora il giocatore dovrà essere operato. Peccato, perchè è un ragazzo fantastico». «Kakà ci è mancato per sei mesi - ha detto ancora Mourinho - e abbiamo costruito un certo tipo di squadra. Adesso dobbiamo crearne un'altra che sappia fare a meno di Higuain. La formazione si deve adattare alle circostanze, e dobbiamo cercare un equilibrio sapendo che ci attendono molte partite. Alcuni giocatori dovranno ricoprire ruoli che non sono i loro, con un altro sistema di gioco. Per me è una nuova sfida, con poco tempo per realizzarla ed allenarci a dovere: da qui al Lione (il confronto degli ottavi di Champions ndr) dovremo giocare 14 volte».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160