Pastore chic, PSG choc. Balotelli Magic Moment

in

ROMA - Missione compiuta. Il Paris Saint Germain ha concluso la sua rimonta, prendendosi la testa della classifica della Ligue 1 con tre lunghezze di vantaggio sulle più immediate inseguitrici. Lo ha fatto superando 2-0 il Lione nello scontro diretto, trascinato da un irresistibile Javier Pastore, autore della prodezza - palla in diagonale tra palo e il portiere Lloris - che ha sbloccato la partita. Nel finale Jallet ha dato maggiore consistenza numerica al successo. Ad inseguire la nuova regina del torneo sono rimaste in tre: Lione, Tolosa (travolto 3-0 dal Sochaux, con doppietta di Maiga e acuto di Bakambu) e Montpellier. Quest’ultimo si è salvato a Bordeaux (2-2) dopo essere stato sotto di due gol (Diabate e Ciani) nei minuti finali ha agguantato in dieci (espulso Yanga-Mbiwa) il pareggio con Belhanda su rigore e Hilton.


LAMPARD ILLUMINA I BLUES - Il «magic moment» di Mario Balotelli è continuato sabato pomeriggio nel trionfale 4-0 del Manchester City a Blackburn: l’ex interista, nella ripresa, ha firmato in acrobazia il raddoppio della squadra di Roberto Mancini. Johnson, Nasri e Savic hanno «chiuso» il poker dei Citizens, che hanno tenuto il passo dei «cugini» dello United in vetta alla Premier League. All’Old Trafford, il neopormosso Norwich ha fatto faticare più del previsto l’undici di Sir Alex Ferguson andato a segno ben oltre l’ora di gioco con Anderson e chiuso il match con un altro gol di Welbeck. Sul terzo gradino del podio è restato il Chelsea: la compagine di André Villas Boas ha travolto (5-1) il Bolton in trasferta con la tripletta di Lampard a cui si è aggiunta la doppietta di Sturridge, sostituto dello squalificato Torres.


STRANA COPPIA - La vera novità della Liga non è tanto il Barcellona, che è tornato al comando grazie alla rete firmata da Adriano - il brasiliano ha ripreso al volo un tiro di Xavi finito sul palo - sul campo del Gijon, bensì il Levante. Il secondo club di Valencia, infatti, è l’altro capolista della graduatoria. Dopo avere superato il Real Madrid, si è aggiudicato fuori casa lo spareggio fra sorprese contro il Betis Siviglia, battuto con un gol di Juanlu. A un solo punto dalle due prime della classe, ci sono il Real di José Mourinho (4-0 in casa dell’Espanyol con tris di Higuain), Malaga (3-2 al Getafe con i centri di Van Nistelrooy, Maresca e Julio Baptista in rovesciata) e Valencia (1-0 al Granada con preciso tiro da lontano di Canales).


NEUER DA RECORD - Malgrado lo 0-0 ad Hoffenheim, in cui il portiere Neuer ha portato a 1018’ la sua imbattibilità generale, che ha interrotto la serie positiva di 10 successi consecutivi in tutte le competizioni, il Bayern ha aumentato di un punto il proprio vantaggio sul Werder Brema, messo ko nel derby ad Hannover dalle tre reti di Abdellaoue, e sul Borussia Moenchengladbach, caduto (1-0) a Friburgo. Meglio di così.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160