Pari nel big match tra S.Antonio e Pianura

Alla rete di Manzo, su rigore, risponde l'ex Temponi

SANT’ANTONIO ABATE (Na) - Un “Vigilante Varone” stracolmo e con fantastiche coreografie da parte dei rientranti ultrà, ha accolto l’ingresso in campo delle squadre al fischio del signor D’Angelo Stefano da Ascoli Piceno. Formazione tipo per mister Di Nola che schiera in campo i giallorossi in un inedito 4-4-2 tra le mura amiche. In avanti Tedesco supera Maffucci per una maglia da titolare, con il giovane Iovene classe ‘92 quarto di centrocampo sulla fascia sinistra con Vitale opposto a destra. Riconfermato Della Pietra in porta. Parte bene il Sant’Antonio Abate subito pericolosa su calcio piazzato di Sekkoum che mette in difficoltà il portiere Despucches. Dopo un buon inizio il Pianura si butta in avanti e mette paura alla compagine di casa con una bella azione conclusa alta da Ianniello dopo aver triangolato bene con Ausiello. Al 14° minuto Della Pietra attera in area Del Sorbo in sospetta posizione di fuorigioco, rigore ed ammonizione per l’estremo difensore. Dal dischetto si presenta Manzo che mette in rete alla sinistra del portiere. Neppure un minuto et voilà il Sant’Antonio, senza perdersi d’animo si rituffa in avanti e secondo la più antica legge del calcio, è Temponi (nella foto), l’ex di turno ad andare in rete che si trova a colpire a volo un pallone dal dischetto, esultanza contenuta ed è 1-1. Continui cambi di fronte caratterizzano la fase successiva ai gol, con le squadre che si rendono pericolose prima con Del Sorbo e poi con Tedesco che strozza in gola i già esultanti tifosi di casa. Sul finire della prima frazione è ancora il giovane Tedesco a rendersi pericoloso con una palla che sfiora il palo sinistro della porta avversaria. E’ Della Pietra a concludere il primo tempo con un ottimo intervento su azione concitata da fuori area che vede la conclusione di Scarparo.
Un secondo tempo che non rispecchia le previsioni della prima parte dell’incontro con le squadre che sembrano impaurite nel buttarsi in avanti, cercando quasi di difendere il risultato. E’ il Pianura a rendersi pericoloso in più occasioni, ma cede all’esigenza di conservare un ottimo pareggio fuori casa, evidenziata dalla girandola di sostituzioni iniziate dal 12° minuto. Di Nola infatti tenta la carta Maffucci al posto di un Tedesco sfortunato e poco servito. Nulla da fare, non si vedono azioni ne da una parte né dall’altra, ormai le squadre sono stanche e non attendono altro che il fischio finale. Un pareggio che non dispiace a nessuno, data anche lo stop interno del Neapolis contro l’Angri, con un Sant’Antonio che si conferma capolista e la pausa campionato che incombe. Per la prossima partita si deve attendere il 13 Dicembre in trasferta contro l’Bitonto.
Sant’Antonio Abate-Pianura 1-1
S.A. ABATE (4-3-1-2): Della Pietra 6.5; Di Maio 6, De Sio 6, D’Aniello 6, Itri 6; Vitale 6.5, Temponi 7 (28′ st Costantino sv), Iovene 6; Sekkoum; Siano 6.5 (45′ st Circiello sv), Tedesco 5.5 (7′ st Maffucci 6). A disp.: Terminiello, Coccorullo, Vituperio, Costantino. All. Di Nola 6.5.
PIANURA (4-4-2): Despucches 6.5; Carbonaro 6, Mattera 6.5, Allocca 6, Ventre 5.5; Scarparo 5.5, Galdean 6.5 (37′ st Acampora sv), Ianniello 6 (18′ st De Luca 6), Ausiello 5.5; Del Sorbo 5.5, Manzo 6.5. A disp.: Muoio, Manzi, De Rosa, Russo, Scognamiglio. All. Gargiulo 6.
ARBITRO: D’Angelo di Ascoli Piceno 6.5. (ass. Bachetti-Galli).
RETI: 15′ pt Manzo, 16′ pt Temponi.
NOTE: Al “Vigilante Varone” sono presenti circa 1500 spettatori con una decina di tifosi ospiti. Ammoniti: Della Pietra, D’Aniello, Sekkoum, Tedesco, Mattera, Del Sorbo. Recupero: 3′ pt e 5′ st.

Fonte: 

C.S.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160