Le pagliacciate delle lettere inventate

Quando si pubblica a comando, ma con creatività.

C'è un giornale che vive anche grazie ai contributi della Lnd, che per il fine di chi paga inventa delle "lettere al direttore" solo perchè poi il finanziatore possa dire la sua. Pagliacciate organizzate dove chi porta il megafono e la faretra adesso si dichiara dirigente... tanto la redazione si ergerà da garante suggerendone l'anonimato. Vecchio servilismo tinto di domande.  Ma non eravate in vacanza? Quando Marshall McLuhan nel 1971 scrisse che la creatività era destinata a soccorrere il giornalismo, intendeva altro, ma poi come sempre la realtà supera qualsiasi immaginazione.

Fonte: 

Redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Commenti

Purtroppo la "topica" della redazione ha fatto partire la discussione con il piede sbagliato, facendomi passare per un difensore di Tavecchio.
Ripeto che ritengo tutta la classe dirigente federale "obsoleta", tutti nessuno escluso, compresi i precedenti e gli eventuali successori.
Non voglio che i Dirigenti Federali guadagnino di meno o che facciano meno "creste", voglio che guadagnino un sacco di soldi ma sappiano fare bene il proprio lavoro.
Tornendo alla tua risposta, non credo che limando gli sperperi si possa dare linfa al calcio dilettantistico, quelle cifre di cui tu parli non servirebbero nemmeno per risanare i bilanci di una squadra di lega pro.
Per questo chiedevo al Presidente di percorrere strade alternative che portassero veri benefit al mondo dei dilettanti che, come detto si sobbarca l'onere sociale della pratica sportiva gratuita di milioni di italiani.
Il vero rischio è che non ci siano più Presidenti "seri" a gestire le società dilettantistiche ma, come purtoppo sta succedendo, esse finiscano in mano di chi vive di malaffare.

Bene Anonimo, come dici ...........discutiamone. Già nel mio precedente intervento ti ho consigliato di porre alcune domande all'illustrissimo presidente ma vedo che nelle tue considerazioni non ne fai cenno; comunque se volessi seguire il mio consiglio ti sarei grato se, oltre a quanto precedentemente suggerito, volessi aggiungere  all'illustrissimo presidente questi altri quesiti:
Perchè, vista la acclarata crisi non si riduce la spesa delle riunioni degli organi della LND e delle varie commissioni che costano annualmente alle società dilettantistiche oltre mezzo milione di euro?
Perchè, per lo stesso motivo, non si riducono i costi di Idennità del consiglio direttivo della LND che ammontano annualmente a circa un milione di euro?
Perchè non si risparmia sulle spese di rappresentanza e di propaganda che anch'esse incidono , come da bilanci della LND ad oltre un milione di euro annuali?
Perchè per il " noleggio " di un sito internet usato da nessuno si spendono  €150.000 all'anno?
Perchè per una pubblicazione mensile ricevuta obbligatoriamente dalle società si spende oltre mezzo milione di euro all'anno?
Bene Anonimo...........se fai la somma di queste spese ti renderai conto che superano abbondantemente ogni più rosea previsione di eventuali contributi il Governo od il Coni possano elargire alla LND.
Per questo ti dicevo che prima di guardare fuori dalla porta sarebbe il caso di fare pulizia in casa nostra. 

di  professionecalcio pessima considerazione, prima sulla loro home venivano riportati nel disclamer i nomi di Tavecchio, Macalli e Abete (in questo ordine) a millantare eventuali partnership e comproprietà. C'è voluta la lettera del legale figc per riportarli ai normali doveri. Sono contento che alla figc se ne siano accorti.

Caro sig. Anonimo, non siamo abituati a censurare nessuno (a differenza di professione calcio o di come vuole il collinare Tavecchio http://www.agenziacalcio.it/articoli/mmh-vuole-sapere-diciamogli-cosa-rischia-libert%C3%A0-di-stampa-secondo-tavecchio), per tanto così come lei è libero di scrivere il suo pensiero, altri lettori sono liberi di scrivere il loro. Tutto qua.  Stia sereno.

Scusate, errore mio, pensavo di trovarmi in un luogo dove fosse possibile confrontare opinioni ma visto il tenore delle risposte, mi accorgo che preferite parlare da soli.
Vi saluto invitando la redazione a tenere conto dell'errore commesso nel ritenere la lettera "fasulla".
 
Saluti a tutti.

posso rispondere io?.... caro signor Anonimo, grazie, ma facciamo a meno della masturbazione altrui ed i granchi quando cotti son buonissimi.

cara redazione, mi sembra , come si dice a vigevano, una risposta del caxxo, che io sia risibile non ci sono dubbi, molto spesso ci si incarta con le proprie masturbazioni mentali, che lei continui nel suo credere che io sia altri non ha alcun motivo. Ripeto, la mia era solo una considerazione, se volete discutiamone. Sta prendendo un granchio.

Caro signor Anonimo, lei è un abile professionista visto che continua a farci ridere, ma al di là dell'inesistente rivalità tra due testate (anche se qualcuno si illude che sia così) adesso s'incarta nello spiegare che lei si rivolge a chi è al comando per chiedere di cambiare s'è stesso ed i suoi uomini. La prego, continui a restare Anonimo e a provocar risate. Grazie.

Buongiorno a tutti,
son l'anonimo che ha scritto la lettera a Professione Calcio, a parte l'errore in cui è caduta la redazione, pensando ad una finta lettera (ci può stare nella lotta tra le due testate ma non mi interessa), non riesco a capire la vostra risposta alla stessa.
La mia voleva essere solo una considerazione sull'attuale situazione del calcio dilettantistico, probabilmente una proposta sciocca, di trovare altre vie a quelle attuali che stanno portando alla catastrofe il mondo dilettantistico.
Ritengo che il calcio sia un'industria formidabile guidata da uomini non all'altezza, gente che c'era 30 anni fa e che sta ancora lì con gli stessi metodi di quando la televisione aveva solo due  canali ed era in bianco e nero.
Sulle mie sciocche proposte gradirei un confronto e non su vostri inutili giochi di chi è amico di chi.
Saluti.

suggerisco al Tavecchio di suggerire a professione calcio di suggerire al Tapinassi di individuare un dirigente disponibonibile, il quale a sua volta suggerisca di scrivere il proprio nome come autore di...  Ma andate a quel paese cialtroni!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160