Le pagliacciate delle lettere inventate

Quando si pubblica a comando, ma con creatività.

C'è un giornale che vive anche grazie ai contributi della Lnd, che per il fine di chi paga inventa delle "lettere al direttore" solo perchè poi il finanziatore possa dire la sua. Pagliacciate organizzate dove chi porta il megafono e la faretra adesso si dichiara dirigente... tanto la redazione si ergerà da garante suggerendone l'anonimato. Vecchio servilismo tinto di domande.  Ma non eravate in vacanza? Quando Marshall McLuhan nel 1971 scrisse che la creatività era destinata a soccorrere il giornalismo, intendeva altro, ma poi come sempre la realtà supera qualsiasi immaginazione.

Fonte: 

Redazione

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Commenti

Ciao Topolino, i delegati assembleari sono 90; suddivisi per ogni comitato regionale, Serie D, Settore Giovanile, Calcioa a 5 e Calcio Femminile. Ognuna di queste componenti ha un numero specifico di delegati non chiedermi la suddivisione esatta perchè non la conosco ma, da quello che ho sentito da un'adetto ai lavori, pare che basti avere il voto dei delegati di Piemonte, Lombardia, Veneto, Campania, Emilia Romagna, Sicilia e Serie D, per essere eletti. Ho conosciuto un delegato del Veneto e mi riferiva d'essere ben conscio di non contare nulla ma con questa carica aveva diritto ad un viaggio a Roma in occasione dell'assemblea annuale amministrativa, altro viaggio a Roma in occasione dell'assemblea elettiva e di un regalino a natale..........ed a lui questo bastava. L'indirizzo del suo voto veniva preconcordato con il presidente regionale. Questo ti può far capire come sia facile per l'illustrissimo presidente essere eletto.........rieletto........ririeletto...........riririeletto, basta tenersi buoni sette comitati e se non riesci a tenerli buoni, basta segarli ...........Serie D, Piemonte, Lombardia, Veneto docet. Questa è la democrazia imposta dall'illustrissimo presidente con l'approvazione dela FIGC, Del CONI e del Governo. Concordo con te..........le società della LND sono l'esaltazione del masochismo.
P.S: Non mi sono inserito tra le società della LND in quanto, da quest'anno come tanti altri, non ho iscritto la mia ai campionati della LND.

X AZON non sottilizzare, son daccordo con te circa le schifezze che fanno gli amministratori del calcio alla pari di quelli che governano la nazione ma mi sembra limitativo soffermarci sugli affarucci personali del presidente di turno. Anche rimettendo tutti quei soldi in circolazione ci troveremmo nella medesima situazione perchè manca una programmazione seria un' idea di come sfruttare al meglio un sistema che fornisce un prodotto che tutti gli italiani adorano. Il tavecchio di turno avrà sempre la cerchia di amici, grandi elettori, sponsor con cui condurre i loro affarucci.
Come dice topolino il vero problema è il sistema elettivo, un sistema autoreferenziale in cui le società contano poco sopratutto perchè non vogliono contare, preferiscono chiedere i loro piccoli favori ogni anno al Presidente del Comitato ed in cambio firmano una cambiale in bianco ad un sistema che si autoelegge, il solito valzer di poltrone, cambiare perchè nulla cambi.
Ora gli amici di abete difendono abete, mentre gli amici di tavecchio difendo tavecchio non accorgendosi che come diceva Trilussa....so' cugini e fra parenti nun se fanno i comprimenti, torneranno sempre più cordiali i rapporti personali o in maniera più prosaica, sono come i ladri di Pisa, fanno finta di litigare ed ognuno si gode i propri privilegi.

Allora, la riforma è da fare su tutto il sistema.
Qualcuno ha presente come avvengono oggi le elezioni?
Partiamo dai Comitati Regionali: più liste, dove va bene. Elezione del Presidente Regionale che si tira dietro i DELEGATI da inviare al NAZIONALE; non ricordo il numero esatto in tutta Italia, ma non sono molti, forse qualcosa più di cento.
Ebbene, questi più di cento ELEGGONO il Tavecchio di turno, decidono di costituire una SOCIETA' che acquisterà con i nostri soldi una Sede SUPERPAGATA, e tutte le nefandezze che vogliamo.
Allora solo cento persone al servizio del Presidente DECIDONO per noi 14.000 Società.
Ditemi voi se questa è DEMOCRAZIA o piuttosto è DITTATURA.
Quando qualche DELEGATO non si trova d'accordo, ecco che viene ...allontanato.
Ditemi voi quale Società Commerciale è GOVERNATA con questo Regime?
Un'assemblea Straordinaria di una qualsiasi Società Commerciale, delibera con una MAGGIORANZA rispetto al Capitale, mentre chi DELIBERA per noi sono 100 persone su 14.000 soggetti.
La cosa più preoccupante è che uno degli ultimi Consigli Federali della FIGC ha delegato TAVECCHIO alla riforma dello Statuto Federale e cosa pensate che salti fuori? Cambierà queste regole basilari? Non credo.
DOBBIAMO SMETTERE DI GIOCARE FINO A QUANDO CI SARA' PERMESSO DI ESPRIMERCI PER DAVVERO, altrimenti siamo dei conigli.
Dalle mie parti si dice: male che si vuole, peccato a non goderselo.

Allora Anonimo, se permetti, facciamo un poco d'ordine. Prima ti rivolgi all'illustrissimo presidente della LND, auspicando un suo intervento ai piani alti del Governo e del Coni, io ti rispondo, in merito alla Lega dell'illustrissimo presidente, dandoti degli imput di risparmio ( sciocchezzuole ........parliamo di alcuni milioni di euro ) e tu mi ribadisci esemplificando un parallelo con una società di Lega pro. Scusa.........ma di cosa stiamo parlando? se volevi interventi salva crisi del calcio professionistico avresti dovuto indirizzare la tua lettera non all'illustrissimo presidente della LND ma al Presidente Federale. A meno che tu non dia questo ruolo già assegnato all'illustrissimo presidente soggetto della tua missiva.

Mi sono rotto di dare retta a chi vuole il peggio per interesse proprio, a chi ruba dichiarando di non essere il diavolo.  No non ti dò retta.

Ok, Tavecchio a casa, elezione di un nuovo Presidente.....Consiglio Federale, i soliti gruppi di potere si riuniscono...chi pensi che ellegono? Uno che fa piazza pulita, manda a casa tutti, mette tutti i Comitati sotto commissario per irregolarita amministrative, denuncia tutte le malefatte, denuncia tutti?
Oppure pensi che fanno un elezione plebiscitaria dove ogni singolo tesserato calciatore, allenatore, dirigente, arbitro abbia diritto ad esprimere la sua preferenza? Un uomo un voto da esprimere in base al programma di governo, alla credibilità della persona, alla capacità amministrativa?
Dammi retta è una battaglia persa.

Una cosa alla volta: e la prima è Tavecchio a casa, poi si farà il seguito. A te interessa che qualcuno mangi e rimangi e lo sostieni con la solita filastrocca del dopo uno ne arriva un'altro uguale, o che rubare un poco non vuol dire essere il diavolo. Comunque bravo, nel nominare Carraro hai messo la firma.... Visto il tuo coraggio, caparbietà e nessuna paura del buio verrebbe voglia di metterti a capo della Lnd, anzi no a capo di tutto.

quando cadrà Tavecchio, avremo un altro tavecchio, poi un altro ancora, il sistema è quello si eleggono da soli nelle segrete stanze, difendono i propri orticelli e le le proprie consorterie.
Non è la persona, è il sistema, ecco tornando alla polemica, professione auspica "Carraro", altri tifano per "Abete", magari qualcuno rimpiange Matarrese, Petrucci e Pescante, figurati come stiamo:
Sì, io voglio un "manager" a capo della Federazione, che guadagni un sacco di soldi ma che sappia far funzionare un movimento che molti definiscono la Terza Industria italiana ma che sta cadendo a pezzi.
Come spesso dico, non è possibile che il calcio in Italia non funzioni è come se qualcuno mi dicesse che la Nutella sta fallendo.

Ci mancava solo la santificazione della cresta... Un ladro rimane un ladro sia che rubi con la mano destra che con la mano sinistra e anche quando ruba con entrambe le mani.

Caro Anonimo, più scrivi e più dimostri d'essere al servizio di Tavecchio e nessuno ti vieta d'esserlo. Scrivi che vorresti dei dirigenti che guadagnino molto e che continuino a fare le creste. Io voglio dei dirigenti onesti, capisci la differenza? Per me fare la cresta è rubare soldi e risorse non proprie. Tu invece auspichi grandi risorse dello stato per poterle mangiare senza rischi di sorta. Dell'ingordigia del Tavecchio ci stiamo stancando in molti. Quando cadrà da cavallo si domanderà come sia stato possibile, ma si farà male e a me personalmente non dispiacerà.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160