Operazione Kakà-Inter: avanti a fari spenti

in

MILANO, 31 dicembre - L'ordine, in casa In­ter, è procedere a fari spenti. Portare in nerazzurro Kakà, in­fatti, è un'idea tanto affascinan­te, quanto difficile da realizza­re, perciò diventa obbligatorio procedere con cautela. Il club nerazzurro ha definito suo pia­no, ma ora si è resa necessaria una sponda solida e concreta. Quella che potrebbe dare sol­tanto Kakà, chiarendo le sue intenzioni e prendendo una po­sizione decisa rispetto al suo futuro. Solo con il sostegno del giocatore, insomma, sarebbe possibile vincere le resistenze di Florentino Perez, per nulla convinto di cedere così presto quello che è stato il primo col­po della sua seconda presiden­za. Uno spiraglio, però, l'ha la­sciato il suo uomo di fiducia, Jorge Valdano («Se arriva una grossa offerta, qualcuno può partire»), quindi esistono suffi­cienti margini per continuare a lavorare. Anche se, magari, il colpo grosso potrebbe essere rimandato a giugno.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160