Napoli, il tris d'assi per sbancare Utrecht

in

NAPOLI, 1 dicembre - Si ricomincia da tre: e per la­sciarsi alle spalle Udine, l’Udinese, Di Na­tale e ciò che resta del «Friuli» si riparte da loro, la terna vincente sulla ruota di Napoli per restare aggrappati all’Europa, per tenersi il passaporto in una mano e il pallone nell’al­tro, per lanciarsi poi verso il Palermo e questo rush di fi­ne anno che pesa, eccome se pesa. Si ricomincia da tre: e, chiaramente, si decolla con Hamsik- Lavezzi- Cavani, il tris d’assi da calare a Utrecht per non dover già vivere con un rimpianto, i goleador in pianta stabile da lanciare nell’arena, per provarci aspettando buone nuove da Ste­au- Liverpool.


MEDIA REGALE - L’Europa è un bonus da conservare e il messaggio pomeridiano sussurrato (?) a Castelvolturno da Maz­zarrie ribadito nel tardo pomeriggio dal dg Fassone attraverso Radio Marte è ap­parso esplicito:« Siamo il Napoli e andia­mo a giocarci con convinzione le nostre chanches. Non vogliamo che questa sia la nostra penultima gara. Siamo belli carichi». L’Europa, per il trio delle meravi­glie in salsa partenopea, è territorio di caccia e quelle sei reti su set­te della premata ditta Cavani (3), Lavezzi (2), Hamsik (1) rappresentano un argomen­to convincente, accattivante quanto basta per limitare ilturn-over.


RIECCOLI - Si ricomincia dai tre e fa niente se, nell’elargi­re le casacchine per il possesso palla,el pochoresti fuori dalla simulazione e ri­trovi il giovane Maiello a sviluppare l’esercitazione: Mazzarri cambia, però adagio. Cribari e Aronica pronti al rien­tro in difesa, Yebda sicuro della maglia a metà campo - Pazienza a casa, per affa­ticamento - e Vitale quasi certo a sini­stra;ma davanti, dove non ci sarà neppu­re Sosa - pronto per il Palermo - la spe­ranza di fregare l’Utrecht è una faccen­da per quei tre affamati, che in Europa viaggiano con una media- gol del 95%.


BOUTIQUE MERCATO - L’Europa condizione­rà pure il mercato, inevitabilmente: il pas­saggio del turno richiederà un’eccedenza di fatica e, in quel caso, valutate le condi­zioni di Lucarelli ( che mi­gliora a vista d’occhio), la possibilità di ricorrere all’at­taccante diventa (quasi) ine­vitabile. L’eliminazione vi­ceversa rimuoverebbe que­st’ipotesi ma lascerebbe spa­lancate le porte a un difensore, forse a due. I nomi restano quelli di sempre, con Victor Ruiz dell’Espanyol che resta il pre­ferito, con Fernandez dell’Estudiantes che sta un filino più dietro, con Britos lie­vemente defilato. Utrecht-Napoli (dirige Eduardo Iturralde Gonzalez, quello di Barcellona- Real Madrid) è una terrazzacon ampio panorama.


Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160