Napoli-Candreva, si stringe. E spunta anche Benatia

in

NAPOLI - Il futuro è un’incognita da svelare con dolcezza: anno nuovo e vecchio (si fa per dire) Napoli, che nella lista della spesa lascia gli ingredienti di sempre. Si riparte e il giro nel mondo stavolta rimane concentrato - almeno per un po’ - in Europa: però, tra venti giorni, in Gabon e in Guinea Equatoriale c’è la Coppa d’Africa e la missione è già stata organizzata. Vargas ha aperto la strada del mercato e in questo gennaio che s’annuncia vivo, vibrante, con proiezioni sul futuro, c’è molto altro da analizzare, in un tourbillon d’idee già scarabocchiate qua e là sui taccuini di Bigon e che trascinano da Candreva a Tabanou, da Benatia a Capuano per arrivare sino a Ganso.


LO SCAMBIO - Eppure tornano, le voci: e, stavolta, restano a ronzar nell’aria. Antonio Candreva (25), due anni fa, divenne una tentazione forte, e prim’ancora di finire alla Juventus, nel progetto De Laurentiis, s’era ritagliato uno spazio talmente significativo da essere svelato pubblicamente dal presidente azzurro: «A me dell’Udinese piacciono Inler e Candreva» . Il tempo è un galantuomo e non cancella dalla memoria gli input del passato: Gokhan Inler è arrivato al San Paolo, l’ex enfant prodige Candreva potrebbe raggiungerlo in questa sessione di mercato che promette. Napoli e Cesena ne hanno parlato e Igor Campedelli, presidente romagnolo, non ha glissato, né confermato e soprattutto non ha negato: è così che si fa. «Lo scambio con Santana mi sembra difficile, ma....» . Ma, per il momento, non c’è fretta: magari ci sono valutazioni ad ampio respiro da affrontare e i ventinove giorni che separano dal big ben, aiutano alle riflessioni. Però Santana in bianconero ci può stare e Candreva in azzurro pure: dunque.....


Leggi il resto dell'articolo sull'edizione del Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola


Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160