Mourinho: Real spazzatura. Dopo 45' avrei levato tutti

in

ROMA -
«Alla fine del primo tempo avrei voluto cambiare tutti e 11 i titolari se avessi potuto». Parole di fuoco targate Josè Mourinho che dopo la partita vinta in rimonta da 0-2 a 3-2 contro il Malaga ha scatenato tutta la sua rabbia contro la squadra per il brutto primo tempo fatto vedere al Santiago Bernabeu in Coppa del Re. Il tecnico portoghese ha definito «spazzatura» i primi 45' dei suoi che nella ripresa si sono però riscattati grazie ai cambi e ai gol segnati in dieci minuti da Khedira, Higuain e Benzema.


LA RABBIA - Un Mourinho furioso costretto a stravolgere la squadra dopo la figuraccia andata in scena nella prima parte della gara contro il Malaga. «Avrei voluto fare i primi cambi già prima dell'intervallo - ammette l'ex tecnico dell'Inter - anche se non mi piace farlo. Nello spogliatoio sono stato chiaro e ho chiesto di buttar via tutta la spazzatura del primo tempo. Nel primo tempo c'è stata poca concentrazione - aggiunge Mourinho come riporta "As" - e sono stati fatti due grossi errori. Il secondo tempo è stato l'opposto e la squadra ha voluto ripulire il casino fatto nel primo». Come si spiega una reazione del genere nel secondo tempo?: «Chiedete ai giocatori - ha aggiunto Mourinho - approfittate della zona mista. Abbiamo cambiato l'atteggiamento per quanto riguarda concentrazione e ritmo. La domanda è perchè non l'abbiamo fatto prima. Quando giochiamo in casa è importante vincere e farlo senza concedere niente».


LA RISPOSTA - Nella ripresa Mourinho ha fatto entrare Khedira, Oezil e Benzema al posto, rispettivamente, di Callejon, Arbeloa e Kakà. Ce l'ha con alcuni giocatori in particolare?: «No. Ho detto che è stato un peccato non poter fare undici sostituzioni I tre che sono stati sostituiti non sono stati peggio degli altri». A cosa è dovuta la mancanza di concentrazione?: «Il Malaga ha fatto la sua partita e ha i suoi meriti. Forse ho sbagliato il programma nella pausa natalizia. C'è chi è andato in vacanza per riposarsi e chi per mangiare mamma, papà e zio... Una pausa è sempre una pausa».


Fonte: 

C

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160