Mourinho: «Benzema fuori? È soltanto colpa di Higuain»

in

MADRID (SPAGNA), 25 ottobre - José Mourinho ha spiegato a Benzema perché il francese stia vedendo pochissimo il campo e scaldando moltissimo la panchina: «È colpa di Higuain. Se l'argentino continuerà a fornire questo genere di prestazioni per gli altri sarà davvero difficile giocare. Nonostante questo Benzema deve avere la forza mentale necessaria per continuare a lavorare e sicuramente avrà l'opportunità di entrare in campo e provare a mettere fuori squadra l'attaccante sudamericano. Abbiamo un sistema di gioco che ci impedisce di averli in campo nello stesso momento. Purtroppo non è che Benzema stia giocando male è che Higuain sta giocando bene. questa è una squadra - ha aggiunto l'allenatore portoghese - e tutti lavoriamo con lo stesso obiettivo ma è anche evidente che all'interno della stessa squadra ci sia anche tanta competizione».


IL MOTTO DI MOURINHO - Il tecnico ex Inter non ha dubbi sulle gerarchie all'interno dello spogliatorio e alla vigilia della sfida di Coppa del Re contro il Real Murcia ha affermato che per l'attaccante francese ci sarà un'opportunità importante. Il Real Madrid ha speso solo un anno fa circa 40 milioni di euro per acquistare la punta dall'Olimpique Lione ma nella gestione del portoghese è diventato difficile per la punta trovare spazio nella formazione titolare considerando il livello di calcio espresso dal centravanti della Nazionale argentina. La sfida d'andata dei 32esimi di finale contro il Real Murcia potrà essere un'occasione da non sprecare per il 22enne transalpino. Stesso discorso anche per Pedro Leon, Sergio Canales and Esteban Granero che fino ad oggi hanno visto pochissimo il campo di gioco. Anche in questo caso però Mourinho è stato chiaro: «Per quei giocatori che non stanno giocando molto sarà un'occasione davvero importante. Se un calciatore non dimostra la sua qualità in questo tipo di match non può aspettarsi di essere selezionato per la sfida di domenica nella Liga. Questo è un tipo di pressione a cui sono sottoposti e che devono essere in grando di gestire soprattutto a livello di responsabilità. Chi non giocherà bene domani non sarà convocato sabato prossimo. È semplice e porterò in panchina giocatori della squadra B».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160