Moratti: «Servono rinforzi. Pastore? Da grande club»

in

MILANO, 30 maggio - «La vittoria della Coppa Italia? Beh, c'è grande felicità, soprattuto per i giocatori e per l'allenatore». Così il presidente dell'Inter, Massimo Moratti, commenta la vittoria della Coppa Italia il giorno dopo il successo dell'Olimpico. «Leonardo ha fatto un bel lavoro e non era facile in un ambiente nuovo e con tutte le polemiche che può aver sentito a livello personale - ha osservato il presidente nerazzurro - sono contento per lui, prima non si poteva dire che era un perdente perchè non aveva avuto esperienze a sufficienza. Ma da noi ha dimostrato di essere un vincente, prima con il record di vittorie in casa e ora con questa coppa che gli dà ancora più sicurezza».


SMS MOU - Moratti ha raccontato anche di aver ricevuto da Josè Mourinho un messaggio prima della finale e un altro di complimenti dopo. «È stato gentilissimo come sempre - ha spiegato il presidente dell'Inter prima di entrare negli uffici della Saras - il senso dell'sms è che siamo abituati a vedere questi successi per arrivare ad altri».
 

PASTORE - L'Inter ha superato 3-1 il Palermo, dove gioca la stella argentina Javier Pastore, possibile obiettivo dei nerazzurri. Moratti non nasconde la sua ammirazione per il 'Flaco'. «Pastore? E' un giocatore da grande squadra», commenta il numero uno dell'Inter. Nessuna polemica con il presidente rosanero Zamparini che aveva parlato di «banda bassotti» in merito all'Inter subito dopo la partita.


ZAMPARINI - «Le parole di Zamparini? Capita di dire certe cose a caldo... », ha commentato Moratti che poi si è soffermato sulle prossime mosse di mercato. MERCATO - «Non vogliamo stravolgere la squadra, ma servono nuovi rinforzi. Eto'o e Milito? Sono giocatori umili e straordinari, è difficile trovare nuovi acquisti di pari valore. I nostri responsabili di mercato stanno cercando di capire se ci sono affari intelligenti, ma serve soprattutto iniettare sangue nuovo per guardare al futuro». Infine, a chi gli domandava se fosse o meno una coincidenza la presenza attesa domani di Villas Boas, Moratti ha risposto con un sorriso: «Lo conosciamo, è molto bravo ma noi non cambiamo allenatore».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160