Milan, missione a Parigi. Obiettivo Nasri più vicino

in

MILANO, 30 giugno - Galliani, blitz a Parigi. Martedì sera, per l’esattezza, per intervenire a un evento di uno sponsor (orologi di grande pregio) del Milan. Nulla di clamoroso, al­meno in apparenza, il viaggio nella capitale francese. Nella prima­vera 2008, però, ci fu una storia identica: l’ad di via Turati incontrò in gran segreto, in una saletta pri­vata dell’aeroporto di Orly, il francese dell’Arsenal Ma­thieu Flamini che poi venne ingag­giato a parametro zero nel mercato estivo. Galliani ieri mattina si è pre­sentato in Lega con due ore di ritardo rispetto all’orario dell’inizio della delicata assemblea per la ridistribuzione dei proventi televisivi.


PARIGI - Dunque, cosa è accaduto a Pari­gi? Sembra che il numero due di via Turati, che ieri a margine del­l’assemblea di Lega ha «azzerato» (almeno per il momento) i possibi­li arrivi di Hamsik e Ganso, abbia approfittato dell’occasione per fa­re un sondaggio riguardo al fran­cese Samir Nasri (l’agente del trequartista è Alain Migliaccio) che fra un anno andrà in scadenza di contratto con l’Arsenal. Anche il fantasista, che negli ultimi mesi è stato seguito anche dall’Inter, sembra deciso ad abbandonare il club londinese dove, finora, non ha avuto molta fortuna come tutti quasi i suoi compagni di squadra. Si fanno sempre più intensi, quin­di, i tentativi di fuga dall’Arsenal, in prolungata e irreversibile crisi d’astinenza di vittorie, di campio­ni che cercano palcoscenici più pregiati e concreti.


Leggi l'articolo completo nell'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160