Milan, che idea: ecco Giovani Dos Santos

in

LONDRA, 2 agosto - C’è grande fibrillazio­ne in attesa di conoscere il nome del centrocampista che rinforzerà la linea mediana di Allegri. Ieri l’identikit si è arricchito di un nuo­vo tassello: potrebbe trattarsi di un elemento che non è presente negli organici delle squadre iscritte al campionato italiano. Quin­di bisogna an­dare a perlu­strare altrove, all’estero, par­tendo dal pre­supposto che sarà inevita­bilmente un giocatore dinamico e in grado di ri­coprire gran parte della fascia de­stra.


TRIS D’ASSI - Ci potrebbero essere, a questo punto, almeno tre soluzioni suggestive. Quella addirittura più affascinante potrebbe riportare in auge Giovani Dos Santos ( classe 1989), che quattro-cinque anni fa era uno dei due enfant-prodige del Barcellona insieme a Lionel Messi. Evidentemente, volendo puntare sull’argentino, il Barça ha lasciato al suo destino il messicano (di ori­gine brasiliana) che nella stagione 2008- 2009 è stato acquistato dal Tottenham che ci ha creduto poco. Un doppio prestito prima al­l’Ispwich e poi, nel gennaio di que­st’anno, al Galatasaray ha eviden­ziato uno scarso interesse da parte del cub inglese che, a questo pun­to,l’ha messo sul mercato. Eppure Giovani Dos Santos ha disputato un buon Mondiale in Su­dafrica con la sua nazionale, ma questo non è bastato a convincere il Tottenham. Che potrebbe ceder­lo al Milan in cambio dell’attac­cante olandese Huntelaar. Que­st’ultimo, però, non sembra inten­zionato a lasciare il Milan, anche se il club inglese lo vuole a tutti i costi, visto che deve affrontare il turno preliminare di Champions League.


ELANO - In realtà il club di via Turati po­trebbe virare così energicamente su Giovani Dos Santos perché un altro importante obietti­vo per il centrocampo di Allegri, il francese Lassana Diarra, è entrato nel mirino del Manchester United che sarebbe disposto a offrire al Real Madrid più di 20 milioni di sterline per averlo. Ma si prospet­ta un’altra pista non meno affasci­nante e impegnativa per il Milan. Quella che conduce al nazionale brasiliano Elano, che il Galatasa­ray ha deciso di cedere anche per­ché il giocatore vuole lasciare la Turchia. In questa trattativa po­trebbe ricomparire il nome di Huntelaar, che piace molto al po­tente e ricco club di Istanbul.


HLEB C’E’ - In un’ottica più ripar­miosa e decisamente meno pregia­ta, si pone anche la candidatura del bielorusso Hleb ( 29 anni). Il quale è stato messo sul mercatodal Barcellona perché Pep Guar­diola non lo considera assoluta­mente necessario nel suo organi­co. Il Milan, quindi, sta stringendo i tempi per giungere a una soluzio­ne per il centrocampo dove, alme­no temporaneamente, sono stati aggregati i giovani Primavera Strasser e Merkel, come ieri uffi­cialmente annunciato dallo stesso Allegri. Una cosa è certa: l’arrivo del centrocampi­sta che ha chiesto Allegri è garantito a prescindere dalle necessità di bilancio. Quindi si cercherà di ingaggiarlo con operazioni minimaliste ( pre­stito più o meno oneroso) e anche con un investimento di medie pro­porzioni.


VICE-PIRLO - Allegri, fra l’altro, co­me si è visto ancora una volta ieri e com’era accaduto il giorno prima contro l’Arsenal, sta cercando una soluzione (attualmente è Seedorf) per sostituire, quando è necessa­rio, Andrea Pirlo. Per questo moti­vo la società rossonera non perde di vista l’argentino Ledesma che la Lazio dovrebbe dismettere appena definito l’ingaggio del brasiliano Hernanes. In questa circostanza sarà fondamentale la richiesta del presidente Lotito e l’eventuale in­serimento dell’Inter su un obietti­vo che aveva già inseguito nello scorso mercato di gennaio.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160