Mercato, ora è caccia aperta agli svincolati

in

ROMA, 2 settembre - Il mercato d’estate si è chiuso, quello degli svin­colati comincia adesso che i club e gli operatori hanno si­stemato quanto c’era da fare entro il 31 agosto alle 19. E sugli svincolati, come ogni anno, si apre un doppio mercato. Quello che consente sin d’ora di pescare nella lista dei giocatori che si sono svincolati al 30 giugno scor­so e quindi sono nella condi­zione di cambiare squadra anche ora. E quelli che inve­ce se non rinnoveranno da qui ai prossimi mesi il con­tratto in scadenza al 30 giu­gno 2011 saranno liberi di andare dove vogliono. La no­stra lista degli svincolati mette insieme i principali 25 tra serie A e serie B. Mentre sui giocatori in scadenza al­la fine di que­sta stagione l’elenco è completo.


SUBITO! -Co­minciamo da quelli già li­beri, in grado di essere emessi sotto contratto an­che adesso. Spicca il no­ne di Nelson Dida: un paio di settimane fa è torrnato a Milanello e ha detto di avere«un paio di proposte concrete da poter valutare». Probabilmente in Brasile, la verità dovrebbe emergere presto. E occhio a Julio Cruz, che ha lasciato «ma non il calcio»: ci ha pre­cisato a chiarirlo il Jardine­ro, integro al di là dei suoi 35 anni. Deve solo ritrovare gli stimoli. Ha “ballato” tra qualche soluzione in Italia e la Spagna Roberto Baronio, il centrocampista anche lui uscito dalla Lazio. Sfumato il Bologna si era detto del Ce­sena, del Livorno, fino alla Ternana. E’ ancora in attesa. Non hanno squadra i gemel­li Zenoni e Filippini. Così co­me è a piedi un campione del mondo 2006, Simone Baro­ne, che a Cagliari non ha avuto molta fortuna: al mo­mento nessuna richiesta. Dalla B si fanno notare alcu ninomi: per esempio Mauri­zio Lanzaro, difensore roc­cioso e affidabile, Mozart, centrocampista brasiliano tornato in Italia dalla Russia e sfortunato a Livorno. O Mauro Esposito, il cui talen­to sembra essersi spento, ma che solo quattro anni fa face­va faville nel Cagliari.


IN FERMENTO - Ora devono so­lo aspettare, ma se a febbra­io le rispettive società non saranno andate a discutere il rinnovo allora la condizione dei giocatori in scadenza al 30 giugno 2011 cambierà in maniera sostanziale e diven­terà interessante: potranno già firmare precontratti. Lo abbiamo fatto il 13 luglio scorso il lavoro di mettere in fila gli svincolabili al 30 giugno 2011: erano 84. Ora sono 56, significa su le società hanno lavo­rato sul 35 per cento di questi con­tratti, rinno­vandoli (i ca­si, tra gli al­tri, di Livera­ni, Ledesma,Abbiati, Zambrotta) o cedendo i giocatori (co­meper esem­pio è stato per il blocco Juve Camo­ranesi- Treze­guet- Zebina, o per il milanista Kaladze o per il romanista Andreolli). Ma ce ne è di gente di gros­so calibro. Volendo togliere Mexes, Pirlo e Nesta - che sono rispettivamente le prio­rità assolute di Roma e Mi­lan - restano Di Vaio, Mori­moto, Donadel, Suazo, See­dorf, Inzaghi, Paolo Canna­varo, Cribari, Crespo. Due signori che rispondono ai no­mi di Alessandro Del Piero e Ronaldinho (che ne sarà del Gaucho incedibile per Ber­lusconi?). Insomma, il mer­cato già impazza attorno agli svincolabili. Prendete su tut­ti Reto Ziegler: piace all’In­ter, piace alla Juve che ci sta lavorando da più tempo e al­la fine probabilmente lo prenderà. A gennaio? Può essere. Non sarà l’unico af­fare da pescare in questo elenco.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160