Marotta: «Non ci fermiamo, la Juve compra e vende»

in

TORINO, 2 agosto - La Juventus mette la sesta. E non si ferma. Dopo gli arrivi di Pirlo, Ziegler, Lichtsteiner, Pazienza e Vidal è la volta di Mirko Vucinic, presentato quest'oggi a Vinovo alla presenza del direttore generale Marotta. «Un calciatore che non ha bisogno di presentazioni - ha esordito il dirigente bianconero - Lo abbiamo rincorso per lungo tempo , riuscendo a prenderlo per 15 mln di euro e un contratto quadriennali. Soddisfatta la societa, soddisfatto Conte, non c'è altro da dire visto che tutti conoscete le sue qualità. E' lui il top player del mercato? Il nostro mercato è caratterizzato dall'obiettivo di alzare il livello qualitativo del gruppo che Conte ha rilevato questa stagione, e la strada che abbiamo preso è quella giusta. Pirlo, Vucinic, Vidal, sono giocatori indicati da esperti del calcio come giocatori di grandissima qualità».


IL MERCATO CONTINUA. IN ENTRATA E IN USCITA - Ma la Juventus non si ferma qui. Altri arrivi e altre partenze sono previsti in un mese di agosto che sarà caldissimo per il calciomercato bianconero. In tutti i ruoli: «La società farà ogni sforzo per soddisfare quelle che sono le indicazioni di Conte e rendere più omogeneo questo gruppo. Questo è un mese in cui ci saranno molte operazioni in entrata e in uscita, anticiparne ora nomi sarebbe fuori luogo. Al momento abbiamo un numero di tesserati superiore in ruoli e numero a quello necessario per la stagione. Cercheremo di sistemare al meglio i giocatori che non rientrano nel nostro programma, garantendo il massimo di professionalità a tutti per definire al meglio la rosa. Un centrocampista, un difensore, un attaccante? Le porte sono aperte in entrata e in uscita».


SANCHEZ, AGUERO, PASTORE: CIFRE FOLLI - Alle cifre attuali del calciomercato l'acquisto di Vucinic per quindici milioni di euro è sembrato un vero e proprio colpaccio della società bianconera. Marotta però ci tiene a sottolineare che il costo di alcuni giocatori, nonostante le loro qualità, sia andato ben oltre il giusto valore. «Se è costato meno delle cifre che girano per i top player? Non bisogna mai farsi condizionare dagli aspetti contabili, puramente economici, secondo me è una cifra importante quella che la Juve ha pagato, per avere un ottimo giocatore. Certo, paragonata a cifre come i trasferimenti di Sanchez, Aguero, Pastore...quelle sono a mio avviso fuori luogo, che vanno oltre i principi del fair play e sconfinano nella non eticità».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160