Maradona, nuova vita: «Sei anni senza droga»

in

BUENOS AIRES, 10 maggio - «La settimana scorsa ho festeggiato 6 anni senza assumere droga. Un traguardo raggiunto grazie alle mie figlie Dalma e Gianinna: senza di loro, non ci sarei riuscito». Diego Armando Maradona si confessa alla tv argentina, e racconta la sua dura battaglia per uscire dal tunnel della droga. Una battaglia vinta grazie alla famiglia e, ora, grazie anche alla nuova avvenura alla guida della "seleccion". «Pentito? -racconta Maradona- Mi pento per non essere stato accanto a Claudia (la moglie ndr). Lei è stata madre e padre delle bambine. Le mie figlie mi hanno fatto scattare il 'clic' quando sono uscito dalla clinica. Durante la terapia intensiva mi sono state accanto e mi dicevano che avevano bisogno di me».


L'ARGENTINA - Ora Maradona si trova nello scomodo ruolo del selezionatore: «Non è facile dover scegliere la lista per il Mondiale. Mi ricordo quando fui escluso da quella del '78». Dopo le tante critiche in patria, però, ora la nazionale dell'ex Pibe de Oro sembra poter essere tra le candidate alla Coppa del Mondo in Sudafrica. La svolta, secondo Maradona, è stata l'amichevole vinta con la Germania: «Tutti hanno capito che non possono sottovalutare l'Argentina». L'ex numero 10 del Napoli non ha dubbi su chi sarà il trascinatore della 'sua' naizonale: «Messi è quello che può fare la differenza. Mi piacerebbe la sua esplosione defitiva, e che facesse anche meglio di me». Dopo averla alzata da giocatore, ora Maradona vuole la Coppa anche da Ct: «Andiamo in Sudafrica per prenderci il Mondiale».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160