Luis Enrique: «Colpa mia. Dobbiamo lavorare molto»

in

ROMA - "Mai questa sera ho visto la possibilità di battere questo Milan". Luis Enrique è deluso dopo la sconfitta interna con i rossoneri e ai microfoni di Sky Sport lamenta i troppi errori commessi dalla sua squadra. "Abbiamo fatto tanti tiri in porta, più di loro, ma senza la rapidità che serviva in questa partita - prosegue -. Siamo andati così così nella prima parte, meglio nella seconda, ma c'è molto da lavorare per migliorare". Quanto ai tre gol di testa subiti, il tecnico giallorosso spiega che per tutta la settimana la squadra ha lavorato su certe situazioni, "ma stasera mentre Burdisso ha segnato con Zambrotta appeso al collo, Nesta sembrava libero a casa sua". "Mi prendo tutta la responsabilità - conclude Enrique - devo lavorare meglio io per far giocare meglio la squadra".


BALDINI - "È una squadra ancora molto giovane e un pò bambina. Con squadre come il Milan paghiamo un tributo. Quella rossonera non era la squadra più adatta per nascondere i nostri difetti". Nonostante la sconfitta contro il Milan il direttore generale della Roma Franco Baldini guarda con ottimismo al futuro della squadra giallorossa. "Mi preme sottolineare il tentativo di creare una squadra importante - ha detto a Sky Sport - Le altre squadre non sono così giovani come la nostra e quando dovranno rifondare ci troveremo in vantaggio. La nostra è una scommessa che intendiamo rispettare". Baldini assicura che non ci sia nessuna preclusione verso Marco Borriello: "Non credo ci sia una preclusione, ma l'allenatore ha la legittimità di scegliere". 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160