Longo: «Non costruirò il Bologna 2011/2012»

in

BOLOGNA, 29 aprile - Ennesimo colpo di scena nelle vicende del Bologna. Carmine Longo, cui ieri sera dopo il Cda era stato chiesto di costruire la squadra per il prossimo campionato, con una lettera scritta a due agenzie di stampa, e di cui la società ha detto di essere all'oscuro, ha reso noto che rinuncia «all'incarico propostomi per la direzione sportiva 2011-2012, fermo restando che continuerò la mia attività sino al termine del campionato in corso, salvo parere contrario del Bologna Fc 1909». Longo, che nella nota colloca la decisione «dopo l'ultimo colloquio col presidente, geom. Albano Guaraldi», e comunque ringrazia «tifosi, dirigenti, media, autorità, calciatori e i tanti silenziosi addetti ai lavori per l'opportunità datami», al telefono con l'ANSA ha chiarito: «Mi sento a disagio in questa situazione in continuo divenire. Ogni settimana, leggendo i giornali, si leggono continue novità. Io non capisco, non mi è chiaro, e credo che andare avanti sarebbe stato un errore e avrebbe prodotto danni al Bologna. Ho 66 anni e non voglio prendermi un 'coccolone'. Credo sia giusto eliminare questo senso di disagio. Ma non mi dimetto: mi era stato chiesto di restare fino alla fine qualunque cosa fosse successo. E io resto. Se poi il Bologna dalla mia rinuncia arriva a decisioni diverse, è libero di farlo».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160