Lippi: «La Nazionale è fatta. Mi fido degli juventini»

in

TORINO, 10 maggio - «
Ho già sciolto gli ultimi dubbi sulle convocazioni, saprete tutto domani». Alla presentazione del ritiro pre-mondiale di Sestriere, Marcello Lippi annuncia di aver sciolto le riserve sugli uomini da portare in Sudafrica. «Preoccupato per la stagione negativa degli juventini? Sarei più preoccupato se i giocatori venissero da annate fantastiche - dice il ct azzurro - se fossero stati tutti protagonisti e se avessero raggiunto tutti i loro obiettivi. Non sono preoccupato, anzi preferisco così». Lippi intanto non vede l'ora di difendere la coppa del mondo conquistata quattro anni fa. «Sento la responsabilità - spiega - di essere il commissario tecnico della nazionale italiana, verso cui c'è sempre tanto interesse e tanta attesa. Se non sentissi la responsabilità, sarei stato a casa da campione del mondo, ma ho preferito rimettermi in discussione. Sento il desiderio e l'entusiasmo che nasce dentro di me: non vedo l'ora di partire per questa fantastica esperienza».

 

NO A TOTTI - «Il calcione di Totti a Balotelli non ha inciso sulla convocazione del capitano giallorosso». Lo ha charito Marcello Lippi a margine della presentazione del ritiro premondiale che la Nazionale svolgerà a Sestriere. «Non ci saranno sorprese», spiega sulla lista dei 30 azzurri che verrà diramata domani, ma che il ct azzurro ha già comunicato individualmente ai giocatori prescelti.


NO ALLA JUVE - «
Sul mio ritorno alla Juventus sono rimbalzate troppo spesso voci e troppo spesso a sproposito»: Marcello Lippi ha risposto così alla domanda sul suo eventuale ritorno a Torino. Lo ha detto a margine della conferenza stampa di presentazione del ritiro pre-mondiale che la nazionale svolgerà al Sestriere.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160