L'Inter salvata da Eto'o. Furia Brescia con l'arbitro

in

MILANO, 6 novembre - Nel secondo anticipo della decima giornata di campionato il Brescia ferma l'Inter a San Siro: finisce 1-1. Ospiti in vantaggio nel primo tempo con Caracciolo. Nella ripresa il pari di Eto'o su rigore molto dubbio, fischiato dall'arbitro Gava. Brutte notizie per i nerazzurri, ancora due infortunati: Maicon e Samuel. Con il punto guadagnato stasera la squadra di Benitez si porta a tre punti dalla Lazio capolista. Ma i biancocelesti, impegnati nel derby, domani avranno l'opportunità di allungare.


L'AIRONE COLPISCE - Inter flagellata dagli infortuni, Benitez cambia modulo e schiera un 4-4-2 con Milito-Eto'o avanti e Sneijder centrale di centrocampo. Pandev e Coutinho le ali con licenza di accentrarsi. Tanta Inter nei primi minuti, ma poche occasioni da gol. E allora al primo affondo l'Airone punisce i nerazzurri. Lancio lungo su punizione, Caracciolo addomestica il pallone, beffa uno stralunato Samuel con un dribbling e trafigge Castellazzi di destro. La conta degli infortunati per Benitez continua anche stasera: al 27' Maicon deve uscire per un problema muscolare, entra Cordoba. Sneijder e Pandev provano a scuotere l'Inter con tiri da fuori, ma le vere occasioni latitano. Un tentativo di Coutinho (palla finita non lontano dall'incrocio) è l'ultima emozione del primo tempo.


PARI DI RIGORE - L'Inter si ripresenta in campo con il giovane Obi al posto di Sneijder, vittima di un lieve malore negli spogliatoi. Dopo quattro minuti Benitez è costretto già al terzo cambio: Samuel si scontra con Caracciolo e deve uscire. Per il difensore si teme un infortunio serio. Al suo posto entra Santon. Le due squadre riescono raramente ad avvicinarsi alle rispettive porte con pericolosità. Iachini prova a dare una scossa ai suoi con l'ingresso di Budel al posto di Cordova. Ma è l'Inter a sfiorare il gol: errore in disimpegno della retroguardia bresciana, Eto'o prova il diagonale, Arcari respinge con il corpo. La svolta arriva al 28': Eto'o penetra in area e cade dopo un contatto con Berardi. L'arbitro assegna il rigore, anche se il camerunense sembra scivolare sul pallone. Veementi le proteste dei bresciani. Lo stesso Eto'o trasforma il penalty del pari. I nerazzurri ora credono alla vittoria, ma le forze sono quelle che sono. C'è tempo ancora per un evidente rigore su Milito non dato all'Inter, ma l'arbitro aveva già fischiato un fallo in attacco dell'attaccante argentino. A pochi secondi dalla fine lo stesso Milito ha sui piedi la palla della vittoria, ma il bomber spreca tutto sparando alto da buonissima posizione. Finisce 1-1.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160