L'Inter ne fa tre al City, doppio Obinna e Biraghi

in

BALTIMORA, 1 agosto -L’Inter di Coutinho e Obinna, ma anche della circolazione di palla e della compattezza ha iniziato la stagione con il piede giusto, anzi nel migliore dei modi ovvero con una secca vittoria per 3-0 sul milionario Manchester City. Neppure Rafa Benitez, all’esordio sulla panchina nerazzurra, si aspettava tanta grazia e non a caso alla vigilia aveva messo in guardia i suoi dalla migliore condizione fisica degli avversari. Temeva che la squadra sarebbe andata in apnea contro un City più in palla e invece, privi di Mancini (tornato in Italia per assistere il padre alle prese con problemi di salute) e con la testa già sull’aereo di ritorno in Inghilterra dopo 3 settimane lontano da casa, Barry e compagni hanno solo dato l’illusione di poter mettere in difficoltà gli avversari (tiro rimpallato di Adebayor dopo 2') per poi subire la loro iniziativa e l’intraprendenza di Coutinho.


LA PRESTAZIONE - La prova del brasiliano merita un discorso a parte: non ancora a suo agio quando c’è da coprire gli spazi, l’ex Vasco da Gama ha mostrato abilità nel ricevere la palla tra le linee, cambio di pallo, tocchi vellutati e una buona predisposizione al dialogo con i compagni. Il primo esame lo ha superato piani voti. Esattamente come Obinna che ha corso molto sulla fascia , ma che ha trovato anche il tempo di segnare due reti decisive: la prima con uno splendido diagonale successivo a un suggerimento di Cambiasso, il secondo con una conclusione deviata da un avversario.


BIRAGHI - La festa è stata completata dal Primavera Biraghi, autore del 3-0 con uno spettacolare destro, ma a brillare sono stati anche (e soprattutto) Cambiasso, implacabile nel distruggere la manovra degli avversari e sontuoso in alcuni suggerimenti, e il resto della vecchia guardia (Zanetti, Cordoba e Materazzi), implacabile in difesa. Castellazzi, anche lui all’esordio come Coutinho, Biabiany e i Primavera, è stato impegnato solo nel finale: merito della scarsa compattezza tra i reparti mostrata e di una discreta circolazione del pallone, due delle richieste fatte al gruppo da Benitez.


BALOTELLI - Balotelli ha visto il match contro il suo futuro da bordo campo salutando gli assistenti di Mancini che tra qualche giorno saranno i suoi tecnici. Nella notte l’Inter è rientrata in pullman da Baltimora a Philadelphia e stamani si allenerà al NovaCare Complex.


IL TABELLINO - MANCHESTER CITY-INTER 0-3


MANCHESTER CITY (4-1-4-1): Hart (1'st Given); Zabaleta, K. Toure (20'st Boyata), Kompany (34'st Ireland), Bridge (1'st Cunninghan); Vieira; Johnson, Y. Toure (1'st Lescott), Barry (10'st Wright-Phillips), Jo (30'pt Richards); Adebayor. All. Kidd.


INTER (4-2-3-1): Castellazzi; Zanetti (17'st Natalino), Cordoba, Materazzi (39'st Nwankwo), Chivu (17'st Biraghi); Mariga (33'st Dell’Agnello), Cambiasso (17'st Stankovic); Obinna (27'st Biabiany), Coutinho (27'st Mancini), Obi (17'st Alibec); Pandev (17'st Eto’o). All. Benitez.
 
ARBITRO: Toledo (Usa) Assistenti: Lowry e Cullum Quarto uomo: Geiger
ESPULSO: 20'pt Vieira (M) per gioco falloso MARCATORI: 38'pt Obinna (I), 9'st Obinna (I), 29'st Biraghi (I)
AMMONITI: Pandev (I), Chivu (I), Zabaleta (M) per gioco falloso, Kompany (M) comportamento non regolamentare
NOTE: recupero: 1'pt, 1'st; spettatori paganti 36.569.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160