Lazio, Zarate resta il favorito

in

FORMELLO, 5 novembre - Il desiderio di confermare in blocco la Lazio capace di vincere le ultime cinque partite in campionato, la tentazione di tornare al modulo con due punte, inserendo Rocchi accanto a Floccari. Reja, alla fine, sceglierà la linea del compromesso, tenendo Zarate nel blocco dei titolari. L’argentino resta favorito perché si è adattato a muoversi sulla fascia destra, ma può anche tornare a muoversi in una posizione più avanzata, nel suo vero ruolo di seconda punta. Con Zarate in campo, Reja potrà adattare la Lazio e plasmarla, a seconda delle necessità della partita, dal 4-2-3-1 al 4-3-1-2 senza bisogno di ricorrere ad alcuna sostituzione. Con Rocchi, il modulo diventerebbe inevitabilmente a due punte. Reja deciderà tra sabato e domenica, tenendo aperto il ballottaggio. Il capitano biancoceleste insidia Zarate e resta in corsa per tre motivi fondamentali. Il primo: ha grande espe­rienza e nel derby si è sempre esaltato, anche nell’ultimo, con Reja in panchina. Il secondo: proprio il precedente del 18 aprile racconta di una Lazio abilissima a gestire la partita nel primo tempo con Rocchi e Floccari pronti a ripiegare su De Rossi e Pizarro. Il terzo: Rocchi e Floccari erano la coppia titolare d’attacco nella passata stagione, dall’inizio del campionato non sono mai partiti insieme nel blocco dei titolari, questa potrebbe essere la volta buona. Si vedrà.


CENTRALI - Di sicuro questo sembra l’unico dubbio delle manovre di avvicinamento in casa Lazio. Stendardo al posto di Biava sembra una scelta già compiuta. Lo stopper partenopeo, che ieri sera ha portato tutta la Lazio a cena in un ristorante del quartiere Prati per festeggiare la sua laurea, torna titolare sei mesi dopo l’ultimo derby, quando fu costretto a uscire per la frattura al naso. Si muoverà accanto a Dias. Lichtsteiner e Radu presidieranno le corsie esterne. Muslera ci sarà: ieri, dopo il riscaldamento, è rientrato negli spogliatoi. Scelta conservativa, non avrebbe avuto senso rischiarlo.


TRIO - A centrocampo Reja punterà su Brocchi, Ledesma e Mauri. Da decifrare la posizione del centrocampista azzurro, interno sinistro di una linea a tre in caso di “rombo”, oppure più esterno. Bresciano e Matuzalem, che si allena in funzione del derby dalla partita di Coppa Italia nel derby, pronti a entrare. Hernanes galleggerà nel ruolo di trequartista e s’incrocerà con De Rossi. Variazione tattica nel caso in cui Reja privilegi il 4-3-1-2 con Rocchi. Il brasiliano arretrerebbe vicino a Ledesma se Brocchi e Mauri fossero costretti a muoversi per linee esterne. Foggia e Cavanda, buoni per tutte e due le fasce, più il difensore centrale Diakitè, troveranno posto in panchina. Kozak entrerà nei diciotto soltanto se Rocchi giocasse dall’inizio.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160