Inzaghi: Il Milan tornerà ad essere competitivo

in

MILANO, 19 giugno - Nella prossima stagione «mi aspetto che il Milan torni ad essere protagonista come lo è stato negli ultimi venti anni» malgrado gli ultimi tre siano stati «difficili» e avari di successi. A leggere così il domani rossonero è Pippo Inzaghi secondo il quale, «con la squadra al completo, il Milan può competere con chiunque in Italia». Rinnovato il contratto fino al giugno del 2011, l'attaccante piacentino - raggiunto in vacanza dai microfoni di Sky - è pronto ad accogliere il nuovo allenatore, Massimiliano Allegri, che porterà «nuovo entusiasmo e nuove idee» e a scendere in campo qualche volta in più rispetto alla gestione Leonardo.


SUL CONTRATTO - Anche perché, osserva, rispetto alla scorsa annata «giocare meno è impossibile». «Fiducioso» nelle capacità dei vertici di Via Turati, «abbiamo la fortuna di avere dirigenti che sanno benissimo quello che fanno e che ci hanno fatto vincere tanto», Superpippo auspica una permanenza a Milano di Ronaldinho, «nell'ultima stagione ha fatto molto bene, speriamo che rimanga» e cancella ogni tentazione di un finale di carriera lontano dall'Italia. «Sono contento che il Milan mi abbia rinnovato il contratto - spiega - ho obiettivi bellissimi da raggiungere e l'idea è quella di essere ancora importante per questa squadra: si è avverato un sogno».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160