Inzaghi: «Grazie Siena ma resto al Milan»

in

MILANO - "Ho deciso di restare, perché era difficile pensare di staccarmi dal mondo del Milan in due ore". Lo ha annunciato Pippo Inzaghi, rifiutando l'offerta del Siena. "In questo giorni ho avuto tante offerte e ringrazio tutti perché è bello essere così desiderato a 38 anni - ha spiegato l'attaccante a Milan Channel -. Ringrazio in particolare il Siena, il suo presidente e i suoi dirigenti perchè hanno fatto l'impossibile per provare a prendermi".


LA SCELTA - Inzaghi ha rivelato che il Siena gli aveva proposto "un anno e mezzo di contratto, che per un giocatore di 38 anni e mezzo è incredibile, e in Paesi molto lontani mi hanno offerto tantissimo: mai nessuno potrà dire che ho fatto qualcosa per i soldi". L'attaccante ha spiegato di essere stato "combattuto tra la voglia di calcio e l'amore per una società che mi ha dato tantissimo". E ha prevalso la seconda. "Non potevo pensare che la mia storia con il Milan finisse in due ore senza poter salutare San Siro - ha raccontato Inzaghi -. In questa decisione hanno pesato i miei compagni, i tifosi e la società. So quello che mi aspetta, tutti hanno visto come è andata in questi mesi. Io avrei voluto giocare di più, ma nessuno potrà dirmi che non mi sono allenato bene o ho mandato a quel paese qualcuno". "Mi ha fatto pensare anche il fatto che mi mancano poche partite per arrivare a 300 nel Milan (ne mancano 4, ndr), spero in questi mesi di arrivarci - ha detto Inzaghi, a tratti con la voce rotta dall'emozione -. Voglio guadagnarmi quelle presenze, non voglio che nessuno mi regali nulla. Non voglio giocare perchè mi chiamo Inzaghi". "Ora voglio festeggiare con il Milan a maggio, penso che la mia storia nel Milan meriti una festa grande come sono stati i miei 11 anni in rossonero", ha concluso.


Fonte: 
Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160