Il Principe azzurro di Napoli Hamsik insegue la 50ª rete

in

BUCAREST, 30 settembre - La notte della stella, in questa Bucarest piovosa, s’illumina di Hamsik, di quel talento precoce che a diciannove anni si ritrova in Nazionale e poi al Napoli, che in tre stagioni e qualche spicciolo ha messo assieme 136 presenze con la maglia azzurra e che stavolta insegue la sua personale cinquantesima rete da professionista in squadre di club, dopo averne segnato uno con lo Slovan Bratislava, 10 con il Brescia e 38 in questa avventura partenopea tra campionato, manifestazioni europee e coppa Italia.


IL TOTEM - Il gioiellino inavvicinabile, quel brillante a diciotto carati ritenuto incedibile da De Laurentiis persino per cinquanta milioni di euro, è la cometa di un Napoli che ha cominciato a seguirlo immediatamente, sin dai suoi primi passi a Castelvolturno, e che da lui in Europa si è lasciato guidare attraverso guizzi e intuizioni che ne hanno certificato a più riprese il talento.


TRAGUARDO - Tra le pieghe della statistica, di questo stakanovista del Napoli, dunque, non solo il traguardo (che nel suo piccolo sa di evento) della cinquantesima rete con una squadra di club ma anche la soddisfazione di potersi sentire inamovibile, come racconta lo score di un avvio di stagione in cui Hamsik s’è fatto tutto d’un fiato e per intero i 450 minuti del campionato: lui e De Sanctis gli unici a non negarsi neppure un secondo. Il cielo è sempre più azzurro, a Marekiaro.


Leggi l’articolo completo sul Corriere dello Sport-Stadio oggi in edicola

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160