Il 3 novembre 1929 inaugurato il "Testaccio"

in

ROMA - Più che un semplice campo, un Mito. Della storia giallorossa. Il 3 novembre 1929 viene inaugurato a Roma il nuovo terreno di gioco. E' la terza stagione calcistica dell'Associazione sportiva Roma e, dopo varie vicissitudini, debutta la nuova Casa giallorossa. Dopo Motovelodromo, Stadio Nazionale e Rondinella è il giorno dell'inaugurazione del glorioso "Testaccio", il 3 novembre 1929. Glorioso e per certi versi unico, protagonista di sfide accese e di campionati combattutissimi. La struttura è progettata da Silvio Sensi, papà dell'ex presidente Sensi e realizzata su modello inglese. E' Roma-Brescia la partita della "prima volta", ci sono tutte le autorità, lo stadio è pieno. La Roma vince 2-1: la storia con quel campo antico e romantico durerà per undici anni e 161 gare (103 le vittorie, 32 i pareggi e 26 sconfitte). Una vera e propria tana giallorossa.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160