Igea Virtus-Siracusa si giochera' a porte chiuse

Il ''D'Alcontres'' non e' a norma

A deciderlo la Commissione di Vigilanza dopo l'ennesimo sopralluogo. Respinta la richiesta di riduzione della capienza dell'impianto. Lo stadio barcellonese non rispetta le nuove normative che impongono la presenza di tornelli e di un adeguato sistema di video-sorveglianza. La società del presidente Caminiti, che avrebbe voluto devolvere l'incasso agli sfollati, dovrà invece fare a meno del supporto del suo pubblico.
Ancora una brutta notizia per l'Igea Virtus. La Commissione Provinciale di Vigilanza ha effettuato un nuovo sopralluogo allo stadio "D'Alcontres" e ha comunicato alla società presieduta da Pietro Caminiti che la prossima gara di campionato, in programma domenica contro il Siracusa, si giocherà a porte chiuse.
Ultimati gli interventi di competenza dell'Amministrazione Comunale, il sodalizio barcellonese aveva chiesto una riduzione della capienza dell'impianto, fissata attualmente a quota 4.500 posti a sedere. Una riduzione possibile ad esempio attraverso la chiusura della gradinata.
La richiesta non è stata accolta e quindi il "D'Alcontres" dovrà adesso rispettare le nuove prescrizioni entrate in vigore da questa stagione in Seconda Divisione, relative proprio agli impianti che superano il limite dei 4.000 posti a sedere. Di fatto, come avviene nelle categorie superiori, le nuove normative impongono la presenza dei tornelli all'ingresso della struttura e di un adeguato sistema di video-sorveglianza. I relativi interventi sono a carico della società, che però non ha ancora provveduto. Motivo per il quale, scaduta anche la proroga di 30 giorni, che aveva consentito alla proprietà dell'Igea Virtus di riaprire lo stadio nel corso del mese di settembre, la squadra affidata al tecnico Mauro Zampollini sarà nuovamente costretta a disputare le gare casalinghe senza pubblico, fino a quando non riuscirà a rispettare le regole imposte dalle recenti modifiche legislative.
Una pessima notizia per una squadra che ha già dovuto scontare un punto di penalizzazione per via di alcune irregolarità relative alla pratica di iscrizione ma si è risollevata in graduatoria dopo l'arrivo dell'ex tecnico dell'Acireale ed il successo con l'Isola Liri fanalino di coda.
Ad oggi l'Igea Virtus, sempre sconfitta in trasferta tra Coppa Italia e campionato, ha conquistato appena cinque punti, frutto della vittoria appena menzionata e dei tre pareggi con Barletta, Brindisi e Vibonese, uno dei quali vanificato proprio dal -1 imposto dalla Lega Pro. Giallorossi ed aretusei si sono già affrontati in Coppa: finì 2-0 per il Siracusa.
Sfuma anche la lodevole iniziativa annunciata dal presidente Caminiti, che avrebbe voluto devolvere l'incasso della gara di domenica agli sfollati messinesi, colpiti una settimana fa dal violento nubifragio che ha colpito la Provincia, seminando morte e distruzione e lasciando senza un tetto oltre 700 persone.

Fonte: 

messina sportiva

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160