Ibrahimovic, festa rovinata: «Ma voglio vincere ancora»

in

ROMA - "Sto comincando a invecchiare... Il tempo è passato velocemente, ma sicuramente ho intenzione di giocare ancora per qualche anno". Zlatan Ibrahimovic compie 30 anni (è nato il 3 ottobre del 1981 a Malmoe in Svezia) e traccia un primo bilancio della sua carriera che, a suo giudizio "è stata assolutamente positiva, e con pochi rimpianti".


PIU' MATURO - Ibrahimovic sperava di festeggiare con una vittoria con il Milan ma, invece, ha incassato un pesante ko contro la Juve, la squadra con la quale ha esordito in Serie A nel 2004. Quasi un'era geologica per un calciatore che ha poi cambiato maglie e campionati, rimanendo sempre al vertice del calcio europeo. "Sono passati sette anni dal mio esordio in Italia con la Juve? -ha commentato Ibra a 'Sportbladet', che lo ha intervistato nel dopo-partita di Torino- Sicuramente adesso mi sento più maturo, anche perché adesso ho due figli. Il tempo è passato velocemente. Ho cambiato diverse squadre, le cose sono andate in fretta. Una volta che smetterò di giocare, comincerò a godermi la vita. Quando mi fermerò? Non lo so, ma andrò avanti ancora per un po'".


VINCERE ANCORA - L'attaccante svedese ha anche commentato la sconfitta contro i bianconeri, riconoscendo la superiorità degli avversari: "La Juve ha giocato meglio di noi. Non credo che avremmo avuto grandi possibilità di fare qualcosa in più in questa partita. Ora guardo avanti. Festeggerò con la mia famiglia, e poi penserò agli impegni con la nazionale". Tornando a commentare la sua carriera, l'attaccante rossonero ammette che non si sarebbe immaginato di vestire tante maglie prestigiose una volta arrivato alla Juve dall'Ajax. "Non me lo aspettavo -spiega- Ma ho sempre lavorato duro e combattuto per ottenere quello che volevo. E' una bella sensazione. Come ho detto, tutto è passato molto velocemente, ma penso di aver gestito bene la mia carriera, e non ho grandi rimpianti". Forse, tra le cose che mancano c'è la Champions League. Per questo, quando gli viene regalato un libro che raccoglie 30 foto dei suoi gol più belli, Ibra avverte: "Grazie, ma lasciate un po' di spazio perché ci saranno altre immagini da aggiungere".

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160