Giovinco guarda al futuro: «Pensieri per Juve? Zero»

in

PARMA, 27 ottobre - Forse è questione di postura, un certo atteggiamento, forse è la consa­pevolezza nei propri mezzi. Daniel Pas­sarella aveva la faccia di chi è piccolo e sembra alto. Sembrava giocasse su un piedistallo. Ci sono giocatori così. Leo Messi dal vivo resta la « Pulce », in cam­po e in tivù cresce, occupa spazio. E Se­bastian Giovinco? Ci sta provando. A 23 anni, con una esperienza tra A e azzurro che molti suoi coetanei non hanno, ha rotto il cordone ombelicale con la Juve e oggi, in un nuovo contesto, quello di Par­ma, Seba aspetta di staccare l’ombra da terra, lasciarsi indietro il passato (sì, an­che il totem che gli faceva ombra: Del Piero) e cominciare a (ri)programmarsi. Il talento è puro, la consacrazione defi­nitiva ad un passo; Giovinco sa che ha tutto per ritagliarsi lo spazio che merita e sognare in grande, anche in chiave az­zurra.
 

Giovinco, alla Juve ci pensa mai?

«Zero»


Il suo cartellino è a metà con i bianco­neri.


«Ma il mio presente è questo. E io vo­glio pensare solo al Parma. Il resto non conta»


Il Parma che è partito maluccio.


«Come risultati forse sì, come gioco no. La classifica attuale non ci rende giu­stizia. Abbiamo anche avuto cinque rigo­ri contro e comunque abbiamo sbagliato solo due partite, con Milan e Fiorentina». 


Una curiosità: Del Piero l’ha chiama­ta durante la convalescenza?


( Sorride largo, si sporge in avanti, sia­mo seduti uno di fronte all’altro e lui sgrana gli occhi)
«Del Piero?» (Sorride ancora) «No, non mi ha chiamato» ( Si prende una pausa) «D’altronde non è che prima, quando ero alla Juve mi chiamasse. E comunque non ha mai detto niente su di me, sul fat­to di una possibile staffetta tra me e lui»
( si alza, è rilassato, ma c’è un’ultima co­sa da dire, è una battuta ma forse segna la fine di qualcosa e l’inizio di qualcos altro, come se ci fosse bisogno di un ta­glio netto col passato per crescere defi­nitivamente) «Forse non gli sto simpati­co, no?».


Leggi l'intera intervista sull'edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160