Del Neri: «Vogliamo vincere anche per onorare Scirea»

in

POZNAN, 30 novembre - Gigi Del Neri non ci sta ad uscire dall'Europa League. Il suo messaggio è chiaro: battere il Lech Poznan e andare avanti in Coppa. «Per noi sono importanti tutte le competizioni, sia il campionato che l’Europa League. Spiacerebbe uscire perché siamo venuti qui per passare il turno e lotteremo per farlo. Abbiamo speso fatica e tempo in questa competizione e vogliamo andare avanti. Le ultime prestazioni della Juventus in campionato ci danno ottime probabilità di farcela».


FREDDO - In Polonia fa un freddo micidiale, ma il tecnico bianconero non ritiene le condizioni climatiche un elemento determinante: «Non ha fatto caldo neanche da noi ultimamente, l’importante è che il campo non sia ghiacciato. Il freddo poi, è uguale per tutti il Lech è più abituato, ma anche a noi è capitato di giocare con la temperatura sotto zero. Non credo che sarà un fattore determinante».


FORMAZIONE - La formazione è praticamente fatta, viste le tante assenze: «Giocheremo con Iaquinta e Del Piero davanti. Melo ha bisogno di un turno di riposo. Camilleri? Non è difficile fare questo nome, visto che è l’unico disponibile nel suo ruolo. Oltretutto ha già fatto esperienza all’estero e ha già esordito a certi livelli con la Reggina. Sicuramente un allenatore ha il dovere di cambiare il meno possibile per non perdere l’assetto».


SCIREA - Nella conferenza stampa di presentazione anche un pensiero per Scirea, scomparso in Polonia il 3 settembre 1989: «La Juventus in questo paese per la prima volta dopo quel terribile incidente e cercheremo in tutti i modi di onorare Gaetano, un grande campione e un grande uomo che ha dato molto al calcio».


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160