De Laurentiis non molla la pista per arrivare a Inler

in

NAPOLI, 1 agosto - Gira e rigira, tutto co­mincia lì: e, chiaramente, là finisce. Gira e rigira, c’è sempre Gokhan Inler (26) sul taccuino del Napoli e ciò che serve per arrivare al dun­que è uno scatto di reni, un colpo d’ingegno, una soluzione un po’ naif. Raccontano le voci d’un mer­cato che non va mai in vacanza, ne­anche nei week-end, di nuovi però infruttuosi contatti; raccontano di scambi di opionini tra De Lauren­tiis e Pozzo; raccontano d’una distanza sempre eccessiva, però ri­componibile: perché parlarne vuol dire interessarsene. Inler è il centrocampista moder­no che raggruppa le caratteristiche ideali per andare a trovare un posto nel centrocampo di Mazzarri: ha il fisico, ha i piedi buoni, ha versati­lità, sa fare il mediano, catturare seconde palle, occupare lo spazio sui rilanci; e poi, volendo, sa pure essere regista.

 
LA TRATTATIVA
- Inler piace a De Laurentiis e Bigon perché aggiun­ge a quanto sopra parametri econo­mici compatibili con il budget. Il problema - si fa per dire - è l’Udinese, che ha invece esigenze diver­se, non deve cedere per forza e può concedersi di chiedere quanto ri­tiene opportuno ma ciò che il Napo­li ritiene esagerato. Però ne hanno discusso di nuovo, al volo. E, c’è da scommetterci, riaffronteranno l’ar­gomento, perché intanto va ufficia­lizzata la cessione di Denis, prati­cabile con l’arrivo di Leo Rodri­guez, procuratore dell’argentino atteso nelle prossime 48 ore a Mal­pensa.


Leggi l'articolo completo sull'edizione del Corriere dello Sport oggi in edicola

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160