De Laurentiis: «Maggio ha rinnovato fino al 2015»

in

ROMA - Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parla ai microfoni di Marte Sport Live: "Faccio gli auguri a tutti i tifosi". Tante le novità: "Poche ore fa, è stato depositato in Lega il contratto del nostro Vargas che è ormai pronto a raggiungerci nel weekend e comincerà ad allenarsi con Mazzarri. Forse potrà prendere parte alla gara di Coppa Italia con il Cesena. Facciamolo crescere con calma, dico ai nostri tifosi di sostenerlo sempre finché non ingrana. Dobbiamo appoggiarlo, dobbiamo essere dei bravi genitori. Finora abbiamo fatto pochissimi sbagli, quindi andiamo avanti insieme con fiducia. Edu ama il reggae? Bene, noi viviamo con la musica, io sono il presidente e di certo non posso mettermi a ballare - sorride - ma siamo sintonizzati, la musica è la colonna sonora della nostra vita e del nostro lavoro. Lo accoglieremo alla grande. Finora non ho mai organizzato una festa, ma li ho sempre visti divertenti e partecipativi".



IL FUTURO
- "Maggio ha firmato il rinnovo del contratto fino al 2015. Tra poco annunceremo quello di Hamsik, tutto procede nel migliore dei modi. Ho parlato a lungo con Bigon stamattina del futuro, siamo vigili sul mercato, lo saremo sempre, ci sono alcune opportunità che verificheremo. I pezzi migliori non si toccano, tutti devono meritarsi uno spazio nel Napoli. Le presunte offerte sui nostri gioielli mi hanno stancato, nessuno mi ha mai chiesto niente. Ci sono anche guerre tra procuratori e fanno questi giochi buttando l'esca. Quando ho voluto Cavani, mi sono mosso in prima persona. Per quanto riguarda il futuro della società, voglio essere più progettuale, il Napoli deve guardare molto avanti. E' necessaria una riflessione approfondita, a Mazzarri lascio il compito di gestire il presente e le partite, il nostro allenatore interpreta in maniera magnifica questa filosofia".


IL TERRITORIO - Il diesse Bigon ha dichiarato che la strategia del club è perfetta per la città: "Non dimentichiamo da dove siamo partiti, è lecito sognare, ma restiamo sempre con i piedi per terra. Siamo in tanti a giocare e dobbiamo fare i conti anche con gli avversari. Noi dobbiamo essere sempre competitivi. Bigon è un professionista intelligente, estremamente educato, preparato e colto. E' un ragazzo all'americana, giovane e competente. Sono contento di averlo scelto, ha già lavorato con Mazzarri, quindi è un suo fan, ma io ho preso Bigon prima del nostro allenatore, già eravamo indirizzati in tal senso. Abbiamo un ottimo rapporto e secondo me farà sempre meglio. Mazzarri è una forza della natura, è estremamente coinvolto nel lavoro che fa. Pensa soltanto a quello e fa benissimo. Lo apprezzo tanto, condivido questa sua incisiva concentrazione".


Fonte: 

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160