Coppa del Mondo 2030: si candida l'Uruguay

in

ROMA, 30 settembre - Joseph Blatter, 74 anni, presidente della Fifa e socio onorario dal 2006 del Real Madrid nonché insignito del Gran Cordone dell'Ordine dei fiori di Paulownia (onorificenza giapponese), in attesa di decidere dove si svolgeranno i mondiali del 2018 essendo ufficiali quelli in Brasile nel 2014, nel corso di una visita in Colombia, si è portato avanti con il lavoro.


INSIEME ALL'ARGENTINA - Lo svizzero Blatter gran capo della Fifa, poco amato in Italia perché non premiò la nazionale azzurra campione del mondo in Germania nel 2006 nonché strenuo difensore dell'ex arbitro Byron Moreno che ne combinò di tutti i colori durante i mondiali 2002 (e attualmente "ospite" delle prigioni degli Stati Uniti perché trasportava con 4,5 di eroina), ha annunciato nel corso di una visita in Colombia che l'Uruguay ha presentato la candidatura per organizzare la Coppa del Mondo 2030 in compagnia con l'Argentina. L'Asociación Uruguaya de Fútbol ha motivato la propria candidatura per festeggiare il centenario della prima edizione dei mondiali di calcio (Coppa Jules Rimet) che si svolse nel 1930 proprio in Uruguay e vinto dalla Celeste nella finale contro l'Argentina.

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160